Pescara, coronavirus durante una serata danzante: morti marito e moglie ballerini

Pescara, coronavirus durante una serata danzante: morti marito e moglie ballerini
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 25 Marzo 2020, 08:38

Nel Pescarese ieri registrati solo tre casi positivi, che fanno salire il numero dei contagiati dal Coronavirus nel territorio della Asl a 375. In apparenza una bella notizia, ma nella realtà il dato così basso è dovuto purtroppo soltanto al fatto che, per problemi tecnici relativi ai reagenti, il laboratorio di Pescara che si occupa dei test non ha potuto operare come sempre e quindi ha analizzato meno tamponi del solito. Prova ne è che il Santo Spirito continua a scoppiare e diversi pazienti vengono trasferiti o dirottati negli ospedali vicini, Chieti e Atri in particolare.

Purtroppo aumentano anche i decessi: cinque fra la serata di lunedì e ieri. Si tratta di tre cittadini di Montesilvano: una donna di 68 anni e due uomini di 79 e 80 anni; un 70enne di Città Sant'Angelo: Elio Viola e un 62enne di Loreto Aprutino: Mauro Santedicola. Il 62enne, conosciutissimo in paese dove per anni ha lavorato come bidello, è morto a distanza di neppure 24 ore dalla moglie Laura.Tutti e due erano ricoverati nell'ospedale di Atri a causa del coronavirus. Covid che i due, appassionati di ballo, avrebbero contratto durante una delle serate danzanti trascorse in qualche locale della Val Fino, attualmente considerata zona rossa. Il 70enne di Città Sant'Angelo è stato invece uno dei primi pazienti positivi del centro angolano, il terzo per la precisione. Sarebbe stato contagiato da un familiare. L'anziano è morto ieri mattina all'ospedale civile di Pescara. Con questi ultimi, a Loreto e a Città Sant'Angelo salgono a tre i decessi; sette invece a Montesilvano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA