Pescara, il campione olimpico di pugilato Roberto Cammarelle incontra gli studenti

Roberto Cammarelle premiato dal sindaco di Pescara Carlo Masci
di Paolo Sinibaldi
2 Minuti di Lettura
Giovedì 16 Dicembre 2021, 21:35

Non è cosa da tutti i giorni incontrare un campione olimpico, di quelli veri e veraci. A maggior ragione se la disciplina è il pugilato, scuola di vita innanzitutto. Poi tutto il resto. 

Il boxeur milanese Cammarelle è stato a Pescara all’istituto tecnico sportivo Aterno-Manthone’ per incontrare gli studenti che sognano un futuro nello sport.
Medaglia d’oro a Pechino 2008, bronzo ad Atene 2004 e argento a Londra 2012, ambassador della federazione pugilistica, Cammarelle non si è sottratto alle domande mostrando anche il suo eccezionale lato umano.
Il tutto, nell’ambito del progetto scolastico “Boxando s’impara”, a carattere nazionale, accreditato  formalmente al Miur, ideato e promosso dalla Federazione Pugilistica Italiana in collaborazione con i Comitati Regionali Fpi. 
Nell'intervista Cammarelle - che è stato premiato dal sindaco Carlo Masci - ha ringraziato il promotore del progetto  scolastico Simone Di Marco, anche lui ex pugile e tecnico di boxe.

"Non dico che a Pescara sono di casa, ma di sicuro mi sento a casa, grazie a rapporti consolidati come quello con Simone. Sembra una banalità, ma non lo è: boxando si può imparare a vivere, il pugilato è una disciplina per chi non molla mai e questi insegnamenti sono fondamentali nella vita. Ritengo determinante portare questa filosofia nella scuola, perché è nell'età scolastica che si apprende di più. Poi, se capiterà che qualcuno di questi ragazzi si appassionerà di boxe, meglio ancora, vorrà dire che andremo in palestra a fargliela conoscere nella pratica. Il pugilato escluso dai Giochi olimpici? In passato sono stati commessi degli errori da parte di chi gestiva il movimento olimpico, io spero che questa decisione non sia definitiva e che ci possa essere il tempo per recuperare".

© RIPRODUZIONE RISERVATA