Avvolta dalle fiamme mentre cucina, intervento inutile: Luisa è morta

Avvolta dalle fiamme mentre cucina, intervento inutile: Luisa è morta
di Azzurra Marcozzi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 13 Ottobre 2021, 10:51

Non ce l’ha fatta. Nonostante il delicato e difficile intervento al quale era stata sottoposta la settimana scorsa da parte dei sanitari dell’ospedale Sant’Eugenio di Roma, Luisa Palladini, 81 anni, di Giulianova, in provincia di Teramo, è deceduta ieri mattina tra il dolore del figlio Gabriele e della nuora Francesca che l’hanno sempre assistita con tanto amore. Luisa, che in passato aveva lavorato per il Comune ricoprendo il ruolo di bidella e poi di addetta all’assistenza dei ragazzi sugli scuolabus e ricordata con tanto affetto dagli stessi ragazzi e genitori, era rimasta ustionata mentre stava cucinando di mattina nella cucina della sua abitazione, dove viveva da sola (con il figlio che occupava il piano sovrastante) in un condominio di via Annunziata nell’omonimo quartiere dove era conosciuta da tutti e tutti le volevano bene.

Giulianova, corpo di una donna morta in mare: sconosciuta l’identità.


Mentre era addetta ai fornelli, forse a causa di un malore, è finita con il piegarsi verso il fornello acceso e le fiamme hanno avvolto il pigiama. Le strazianti grida di dolore sono state udite da una vicina di casa che ha dato l’allarme avvisando il figlio che ha trovato la mamma avvolta dal fuoco, anche se la donna aveva avuto la forza di raggiungere il lavandino e gettarsi addosso dell’acqua fredda. Alla fine però il fuoco ha raggiunto il trenta per cento del corpo. Il figlio ha chiesto l’intervento del 118 e i sanitari  dell'ambulanza, constatate le gravi condizioni della donna, hanno deciso di trasferirla direttamente al pronto soccorso di Teramo. Qui i medici, dopo le prime cure del caso, hanno disposto il trasferimento al Centro grandi ustionati dell’ospedale Sant’Eugenio di Roma dove l'anziana è stata ricoverata in prognosi riservata e in una camera sterile senza che nessuno potesse visitarla. 

Infarto in barca, muore l'avvocato Marco Ferrari, presidente del circolo nautico di Giulianova

Visto l’aggravamento delle condizioni i medici del reparto hanno deciso di sottoporre la Palladini ad un delicato intervento chirurgico nell’estremo tentativo di salvarle la vita. Hanno rimosso la pelle bruciata, sostituita con pelle sintetica al fine di evitare anche le infezioni. Purtroppo l’intervento non ha avuto l’esito sperato e la  donna è deceduta ieri mattina. La salma è a disposizione della magistratura, per questo i funerali non sono ancora stati fissati. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA