A piedi nudi sulle pietre di montagna, domani la “Corsa degli zingari” nonostante il Covid

A piedi nudi sulle pietre di montagna, domani la Corsa degli zingari nonostante il Covid
di Ornella La Civita
2 Minuti di Lettura
Sabato 5 Settembre 2020, 08:47

La corsa degli zingari sarà blindata ma la tradizione di Pacentro (L'Aquila) si rinnova e punta al riconoscimento Unesco. Gli "zingari" ovvero i corridori scalzi si sono già sottoposti al tampone per scongiurare ogni forma di contagio da Covid e attendono con ansia il responso con la mente gia a domenica prossima, 6 settembre, con inizio alle 17. L'amministrazione comunale e l'associazione culturale Corsa degli Zingari in questi giorni hanno profuso   notevole sforzo e grande impegno per salvaguardare la continuità della tradizione, come è stato sottolineato dal sindaco Guido Angelilli e dal presidente dell'associazione organizzatrice, Giuseppe De Chellis.

«Abbiamo dato il massimo per salvare la continuità ad una secolare tradizione, anche perchè da due anni sia la nostra associazione che la confraternita Madonna di Loreto stanno lavorando all'obiettivo di dare a questa manifestazione il riconoscimento mondiale come patrimonio Unesco, che sicuramente merita» ha precisato De Chellis. «Dopo una serie di incontri con le autorità competenti, siamo arrivati alla definizione del piano di sicurezza per lo svolgimento della manifestazione che quest'anno sarà senza pubblico - ha ricordato il sindaco Angelilli - per motivi di sicurezza il paese sarà chiuso. Il mio invito è di non venire a Pacentro per la Corsa degli Zingari che tutti potranno seguire in streaming. Mentre tutti sono invitati a partecipare al concerto del cantautore Michele Zarrillo, in programma alle 21 di domenica, allo stadio comunale».

Sempre per prevenire qualsiasi contagio covid quest'anno non si svolgerà la Corsa degli Zingarelli, quella riservata ai bambini dai 7 ai 12 anni. L'evento potrà essere seguito in diretta streaming sul sito www.apktv.it oppure sul sito www.corsadeglizingari.it. «L'idea della diretta streaming non è finalizzata solo a rendere un servizio alla comunità di Pacentro e a tutti gli appassionati della nostra tradizione ma mira anche a portare in tutto il mondo il gioiello di questo paese che è la Corsa degli Zingari» ha concluso De Chellis. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA