Trova uno smartphone e chiede 200 euro per restituirlo: denunciato per tentata estorsione

Martedì 28 Luglio 2020
A Nereto (Teramo) i carabinieri hanno denunciato F.G, un 37enne del posto per tentata estorsione. La vicenda risale a qualche giorno fa quando un uomo della zona aveva smarrito uno smartphone di ultima generazione all’interno di un esercizio commerciale. Il telefono era stato ritrovato dal 37enne che, però, invece di limitarsi a rintracciare il proprietario per la restituzione (che magari gli avrebbe fruttato anche una piccola ricompensa), ha pensato bene di architettare un’estorsione in piena regola chiedendo all’uomo la somma di 200 euro per restituirlo.

Il proprietario però non ha voluto cedere alla richiesta avanzata e, dopo aver ricevuto una serie di telefonate da F.G in cui venivano poste tutte le condizioni, non solo economiche, per la restituzione “a pagamento”, ha deciso di recarsi in caserma per denunciare l’accaduto. Così, i carabinieri hanno avviato una breve indagine e, incrociando tutti i dati raccolti, anche quelli telefonici, sono riusciti in pochissimo tempo all’identità del 37enne che è stato inevitabilmente denunciato. Ora dovrà rispondere di tentata estorsione. © RIPRODUZIONE RISERVATA