Uccide la moglie a martellate davanti
ai figli che chiamano i soccorsi, poi si costituisce

(Foto Luciano Sciurba)
di Marco De Risi
2 Minuti di Lettura
Domenica 16 Marzo 2014, 11:18 - Ultimo aggiornamento: 17 Marzo, 18:37

Un'altra donna uccisa. E' successo questa mattina intorno alle 9: un uomo in fase di separazione ha ucciso la moglie a martellate. La donna è morta poco dopo il trasporto in ospedale a causa delle profonde ferite alla testa. La coppia ha due gemelli di 9 anni. La tragedia è avvenuta a Segni, in provincia di Roma.

La tragedia. L’assassino, Eraldo Marchetti, 53 anni, sottufficiale dell'Aeronautica, è andato stamattina a prendere le proprie cose in via Vittorio Emanuele nell'abitazione dove viveva con la moglie, Maria Manciocco, 48 anni, docente in una scuola di Gorga. Tra i due, però, è nato un forte litigio. Al culmine della discussione l’uomo ha preso un martello con il quale ha colpito quattro volte alla testa la moglie che è crollata agonizzante sul pavimento in una pozza di sangue. La tragedia è avvenuta davanti ai figli della coppia, che hanno lanciato l'allarme telefonando ai parenti. L’uomo, dopo aver visto il corpo della moglie in terra nel sangue, in stato confusionale si è costituito al commissariato di Colleferro. Un’ambulanza ha trasportato la donna ferita all’ospedale, dove è morta poco dopo. L’omicida, con i vestiti sporchi di sangue, ha raccontato agli agenti di polizia le fasi dell’omicidio: è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario.

I vicini: litigavano spesso, lui era geloso. «Maria ed Eraldo non andavano d'accordo, ma si erano riconciliati - raccontano alcuni vicini - Poi, 7-8 mesi fa, avevano deciso di avviare le pratiche per la separazione. Spesso li sentivamo litigare. Lei era una bella donna e lui probabilmente era molto geloso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA