Altaroma, ultimo giorno di sfilate: in scena Renato Balestra e le scuole di moda

Domenica 1 Febbraio 2015 di Paola Pisa

Ultima giornata di sfilate. Oggi tocca alle scuole. Ieri, magic moment della gran sartoria. Una Venere che esce dalle onde ispira Renato Balestra che lavora alla maniera delle onde, della spuma, di alghe, e rivoli di acqua abiti lievissimi e raffinati.

Le tinte chiare, i sabbia, i beige, si mescolano all'azzurro sfumato nel cappotto primaverile che ha anche bande trasparenti. I vestiti sono un impazzimento di volant che hanno richiesto giorni di lavorazione, altri abiti-nuvola sono fatti di mille ruches di organza. Pennellate d'oro. E la consacrazione di una giovane, premiata dal concorso che ha visto il sarto abbinato all'Accademia di Costume e Moda: è Giulia Gera.

C'è perfino in scena l'arte del tatuaggio di Marco Manzo, che ricama come pizzo e merletto con molte sedute di ago e inchiostro, il corpo di modelle in posa al Maxxi. Lella Curiel guarda alla bellezza della Thailandia e del Vietnam. Si ispira a Filippine, Malesia, Giava. La figlia Gigliola, è autrice di straordinari accessori, che accompagnano tessuti antichi e introvabili ricamati in atelier per renderli ancora più preziosi. Ottocento ore per le nervature di un "semplicissimo" abito bianco.

Quattrocento ore per la giacca bianco-nera a spigature. Perle di legno, scaglie, oro, coralli, madreperla, per i ricami. Colori: i verdi delle coltivazioni di riso, marrone cocco. Vittorio Camaiani, marchigiano, visita Venezia e le sagome delle gondole appaiono sulle gonne, le maschere guarniscono abiti. Sabrina Persechino, architetta romana, guarda ai monumenti delle Expo: il Crystal Palace di Londra è nel vestito rosato, la struttura a griglia della Tour Eiffel appare in orli, revers, e perfino alla cintura dell'abito da sposa.

Nino Lettieri suggerire abiti ampi che rievocano gli Anni 50 e 60, e hanno nella memoria Pompei. Le scollature sono vertiginose, gli intarsi e grigliature. Rani Zakhem elabora artisticamente il suo mal d'Africa: ecco il continente in cui ha vissuto nel maculato savana e nel colore bouganville. La sposa è calata nel bianco neve del Kilimangiaro.

Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio, 08:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma