Turismo ai tempi del Covid: per la Cnn i borghi di Vitorchiano e Bassano in Teverina da "top ten"

Turismo ai tempi del Covid: per la Cnn i borghi di Vitorchiano e Bassano in Teverina da "top ten"
di Luca Telli
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Dicembre 2020, 10:29

«Perfect for social distancing». Perfetti per mantenere il distanziamento sociale. Tra i dieci gioielli italiani nascosti ideali per trascorre il duro periodo della pandemia e da visitare per non rinunciare al turismo anche due Comuni della Tuscia. Nella classifica stilata dalla televisione americana CNN spuntano Vitorchiano e Bassano in Teverina.

Natura, relax, salubrità, bellezze architettoniche tra le caratteristiche che hanno fatto del viterbese una zona di approdo nella speciale hit che vede la provincia unica del cinque del Lazio e che vince per distacco sulle altre Regioni nessuna con due rappresentanti. A completare la top ten infatti Monteleone di Orvieto (al primo posto), Monte Sant'Angelo di Puglia, Carsoli in Abruzzo, Tropea in Calabria, Strassoldo in Friuli, Lucignano in Toscana e Morro d'Alba nelle Marche.

«Raccogliamo i frutti di anni di lavoro – spiega il sindaco di Vitorchiano Ruggero Grassotti -. Stiamo riuscendo in quello che è stato sempre il nostro obiettivo: far conoscere la bellezza del nostro borgo». Unicità che sia per Vitorchiano che per Bassano in Teverina, che la CNN definisce come l’avamposto della Tuscia selvaggia e magica «e che nasce tra boschi e ruscelli che sono occhi e vene del mistero degli Etruschi», è stata fondamentale nell’inserimento pochi mesi fa all’interno dell’esclusivo club dei ‘Borghi più belli d’Italia’: un circuito elitario che oggi raccoglie 313 Comuni.

Proprio il presidente dall’associazione Fiorello Primi racconta alla televisione americana come, la pandemia, stia ridisegnando i flussi turistici: «Se prima la maggior parte dei canali arrivava alle grandi città oggi, l’esigenza di mantenere le distanze sta portando alla riscoperta di alcune delle zone più interessanti e misteriose d’Italia – spiega - Le persone vogliono un posto bello, sicuro e tranquillo che contenga tutto in un piccolo spazio. Vogliono poter cogliere tutti i plus che un borgo ha da offrire, per viverlo appieno. Non è è un caso poi che molti se ne innamorino e non partano più».

Una crescita che negli ultimi mesi ha spostato verso il più il numero di presenze nel comune di Vitorchiano in controtendenza rispetto all’andamento generale. «Nel fine settimana specialmente c’è un afflusso superiore alle aspettative – conclude Grassotti –. Il nostre segreto? Oltre al borgo cerchiamo di offrire interessi, di dare la possibilità di conoscere il territorio a 360°». Attraverso percorsi naturalistici, nel caso di Vitorchiano con una serie di percorsi in collaborazione con il Cai per un centinaio di chilometri tra boschi e monumenti naturali, che rappresentano la vera sfida dei prossimi mesi: quello del turismo sostenibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA