Caos tavoli all'aperto a San Pellegrino: al ristorante lo spazio auto riservato ai disabili

Martedì 9 Giugno 2020 di Luca Telli
Due tavoli e otto sedie all’interno di un rettangolo giallo che segnala e delimita uno spazio auto destinato ai portatori di handicap. Succede all’esterno di un locale in via Cardinal La Fontaine. Una caduta di stile, nel perimetro dei provvedimenti decisi dal Comune per garantire l'utilizzo dello spazio pubblico e favorire il rilancio di bar e ristoranti, che ha fatto scattare critiche e proteste sui social. Per alcuni, un abuso bello e buono.

 Per l’assessore al centro storico Laura Allegrini, nulla di tutto questo ma un caso che semplicemente non esiste. Il motivo è presto spiegato: la concessione dello spazio auto in questione non era permanente bensì provvisoria iscritta, tra l’altro, all’interno di limiti temporali ben precisi. Nello specifico: «Era stata assegnato a una residente di via Fattungheri duranti i lavori di sistemazione della strada», spiega l’assessore. Chiuso il cantiere, scaduto il permesso e addio posto. Parole che convincono a metà alcuni residenti.

«Se fosse vero quello che sostiene l’assessore le strisce gialle andrebbero cancellate – tuonano alcuni residenti – Se restano allora vanno rispettate». Nella polemica entra anche il consigliere Santucci che conferma la versione dell’assessore. E insieme a lui alcuni artigiani che chiedono controlli, regole e una maggiore equilibrio nella disposizione dei tavoli «perché così non riusciamo a lavorare», spiegano.

Problema, quest’ultimo, nato a monte nelle aule di Palazzo di Priori in cui si è scelto di sanare ogni domanda arrivata senza un’assegnazione dei posti ai vari locali, lasciando, di fatto ai proprietari l’arbitrio sullo spazio di manovra. Ultimo aggiornamento: 13:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA