Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tosap, mercato, appalto rifiuti e bilancio: i nodi non sciolti in vista delle elezioni a Viterbo

Il parcheggio del Sacrario, ex sede del mercato del sabato
di Diego Galli
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Aprile 2022, 07:10 - Ultimo aggiornamento: 17:04

Verso le elezioni del 12 giugno, dell'impegno dell'attuale commissario straordinario di Viterbo, Antonella Scolamiero. Diversi i problemi che restano irrisolti nella sua agenda. Per alcuni di questi, tuttavia, il commissario sembra avere le idee molto chiare e una soluzione ormai a portata di mano.
A che punto è l’approvazione del nuovo bilancio?
Stiamo lavorando sodo, ci siamo fermati giusto il tempo di Pasqua, per riprendere subito dove eravamo rimasti. D’altronde dobbiamo rispettare il termine ultimo del 30 aprile per la sua chiusura, anche se ci auguriamo di farlo qualche giorno prima. Si tratta di una procedura piuttosto complessa, ma stiamo facendo tutto entro i giusti tempi. Produzione dei documenti necessari, rendiconto e tutto il resto. Stiamo procedendo. Il bilancio sarà approvato, salvo problemi eccezionali e per questo sono la prima a incrociare le dita perché vada tutto a buon fine.
Per l'appalto per i rifiuti siamo in dirittura d’arrivo?
Abbiamo inviato tutte le documentazioni necessarie e siamo in attesa della risposta dell’Anac, l'Autorità Nazionale Anticorruzione. Dovremo attendere dei tempi tecnici, ma il nostro lavoro è stato portato a compimento e non ci resta che attendere. Potrebbero passare anche 30-45 giorni, ma sono fiduciosa del fatto che potrò firmare la relativa gara prima dell’arrivo del prossimo sindaco di Viterbo. Tuttavia, anche qui, è bene incrociare le dita, per scaramanzia.
Per quanto riguarda la Tosap, ci sono novità? C’è chi si è lamentato del suo ritorno.
No, non abbiamo nessuna novità a riguardo. La precedente giunta aveva già ridotto ai minimi la tassa e a novembre 2022 era stata approvata la delibera per la sua reintroduzione, ben sapendo che il 31 di marzo sarebbe terminato lo stato d’emergenza. Noi non abbiamo fatto che confermare quanto scelto dalla precedente amministrazione. Inoltre, fino al 30 giugno, tutti i contributi hanno delle agevolazioni dei quali si può ancora usufruire. Tutti gli altri capoluoghi di provincia, come Frosinone e la stessa Roma, l’hanno già reintrodotta, fatta eccezione per quei rari casi come Rieti, che, non dimentichiamo, usufruisce delle agevolazioni introdotte con l’ultimo terremoto avvenuto. Posso assicurare che le tariffe sono davvero bassissime, un traguardo raggiunto non grazie a me ma dall’ottimo lavoro della precedente giunta.
Cosa ne sarà, invece, del mercato del sabato? Tornerà al Sacrario?
No, lascerò questo compito al prossimo sindaco. Parlo a livello personale, ma non era di mio gradimento quando si trovava al Sacrario. Capisco benissimo il punto di vista dei commercianti e degli ambulanti, che soffrono delle problematiche sorte nella nuova area designata, ma non voglio andare contro la decisione di un organo eletto dai cittadini, anche perché la ritengo una decisione giusta. Inoltre, adesso, con il parcheggio gestito da Francigena, non credo sarà semplice reintrodurlo.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA