Acqua, Forza Italia contro l'aumento: «Ma a differenza di Lega e FdI pensiamo alle conseguenze»

Venerdì 8 Gennaio 2021 di Massimo Chiaravalli
Acqua, Forza Italia contro l'aumento: «Ma a differenza di Lega e FdI pensiamo alle conseguenze»

«Non siamo favorevoli all’aumento delle tariffe, ma cerchiamo soluzioni per scongiurare tutte le conseguenze». Acqua e Talete: secondo il commissario provinciale di Forza Italia, Andrea Di Sorte, se proprio ci deve essere un ritocco dovrebbe coprirlo la Regione.

Il sindaco Giovanni Arena e il capogruppo a palazzo dei Priori Giulio Marini erano stati possibilisti sull’aumento. «Non lo vogliamo – dice Di Sorte - il problema è che se poi si portano i libri in tribunale, l’acqua dai rubinetti come viene? Chi garantisce il servizio? Da tre settimane i nostri sindaci sono in call per cercare la soluzione migliore, ma essendo la situazione molto drammatica, si dovrà scegliere quella meno peggio».

In ogni caso, «se si votasse stasera non saremmo a favore. Se ci asterremo o voteremo contro è una questione che dobbiamo ancora affrontare. Noi, a differenza di altri, abbiamo 10 sindaci e tanti vice: se fallisce Talete non sarà semplice con la dearsenificazione e il rischio è di dover fare ordinanze di non potabilità perché l’acqua non è pulita». Come se ne esce? «La politica ha dato sempre pessime risposte – spiega - ma la responsabilità più grande ce l’ha la Regione: siamo un Ato debole e a parte un paio di anni gli 8 milioni per i dearsenificatori non li ha più sostenuti. Dovrebbe coprire l’aumento, così saremmo in grado di andare da Arera a chiedere un finanziamento».

Sul fronte Provincia, Pd e Fi sono insieme, cosa non gradita a Lega e FdI. Quelli del senatore Fusco «sembrano un po’ attacchi strumentali. Noi siamo stati coerenti: abbiamo lavorato un anno sul bilancio e poi non lo approviamo? Se Augusto Bracoloni fosse stato ancora consigliere provinciale, sicuramente la Lega non sarebbe uscita dalla maggioranza. Sono favorevole all’unità di centro destra ma sulla Provincia qualcosa non ha funzionato». Però sull’acqua la loro posizione è netta. «Anche la nostra – conclude Di Sorte – solo che noi stiamo cercando soluzioni per scongiurare tutte le conseguenze. Cosa su cui evidentemente gli alleati non stanno ragionando».

Ultimo aggiornamento: 11:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA