Il Monterosi si gode il pareggio di Pescara. Tra il gioco, i gol e il ritorno di Di Paolantonio è festa biancorossa

Il Monterosi si gode il pareggio di Pescara. Tra il gioco, i gol e il ritorno di Di Paolantonio è festa biancorossa
di Marco Gobattoni
3 Minuti di Lettura
Lunedì 3 Ottobre 2022, 11:25

Una prova di orgoglio, condita da un calcio bello da vedere e da un carattere da vendere. Il Monterosi si gode il pareggio in rimonta arrivato a Pescara. 

Un pari raggiunto dopo essere stato sotto di due gol e contro un avversario di grande qualità che lotterà fino alla fine per la promozione in serie B. 

Eppure la compagine allenata dal tecnico Leonardo Menichini ha saputo giocare alla pari contro un Pescara che sembrava avere la gara in pugno ma che non ha fatto i conti con la voglia di non mollare nulla di Piroli e compagni. 

«Avevamo preparato la gara per viverla in due fasi – ha detto in sala stampa il tecnico del Monterosi – nella prima parte contro un Pescara fresco abbiamo pensato a concedere poco agli abruzzesi cercando di ripartire. Dopo essere passati in svantaggio ci siamo alzati di qualche metro e devo dire che le nostre occasioni le abbiamo create». 

Soprattutto in considerazione del fatto che i biancorossi, hanno giocato senza la stella Rocco Costantino e senza Alessandro Rossi i due terminali offensivi principali nello scacchiere di Menichini. 

«Purtroppo Costantino ha avuto un problema all’ultimo minuto e abbiamo preferito non rischiarlo. Rossi sapevamo già di non averlo a disposizione ma siamo comunque riusciti a mettere in campo un undici molto competitivo che ha interpretato benissimo la partita. Se sul 2-0 ho sperato di recuperarla? Avevamo l’uomo in più e vedevo una squadra viva: era difficile ma la speranza non la perdo mai». 

Uno dei grandi protagonisti della rimonta è stato Alessandro Di Paolantonio. Per lui, dopo la mancata cessione estiva, a Pescara è arrivata la prima convocazione condita da un ingresso in campo che ha portato alla rete del 2-1. Per il Monterosi reintegrare un calciatore forte come Di Paolantonio, rappresenta sicuramente un valore aggiunto per una rosa composta prevalentemente da giovani. 

«Sappiamo che Di Paolantonio è un grande giocatore – spiega Menichini – in estate ha manifestato il desiderio di essere ceduto e la società ha provato ad accontentarlo. Poi la cessione non si è concretizzata. Abbiamo parlato con il ragazzo e siamo contenti di averlo di nuovo a disposizione: la sua forza non la scopro certo io». 

Per il Monterosi ora, ci sarà l’impegno in Coppa Italia di mercoledì prossimo. I biancorossi saranno di scena in casa del Montevarchi, mentre in campionato per Alia e compagni ci sono all’orizzonte due turni casalinghi, con il secondo del 16 ottobre contro il Giugliano che potrebbe essere giocato al Rocch

© RIPRODUZIONE RISERVATA