Il ministro Poletti a Grotte Santo Stefano e Roccalvecce: tra gli organizzatori non c'è il Pd

Il ministro Giuliano Poletti
di Massimo Chiaravalli
2 Minuti di Lettura
Martedì 12 Dicembre 2017, 17:28 - Ultimo aggiornamento: 17:29

Più attenzione alle frazioni di Viterbo? Forse, intanto domani qui arriva il ministro del lavoro, Giuliano Poletti. La notizia vera però è che tra gli organizzatori della visita non c'è il Pd – che di consiglieri extra urbe a palazzo dei Priori ne conta tre - ma uno dell’opposizione: Elpidio Micci. Poletti sarà a Grotte Santo Stefano, Sant’Angelo di Roccalvecce e Roccalvecce.

Micci è in forze al gruppo misto. Non ha lavorato sull’arrivo del ministro con malizia. Però, constatato il sorpasso ai democrat sulla corsia di destra, una risata non la nega. Perché qui il domandone è d’obbligo: il Pd lo sa? «Per correttezza – dice Micci - ho chiamato il sindaco e i consiglieri eletti nelle circoscrizioni: Boco, Volpi e Mecozzi. È un loro ministro e mi sembrava più che giusto invitarli». Ecco la genesi della visita. «Un maresciallo dei carabinieri in pensione, originario di Sant’Angelo, Antonello Certini – spiega - conosce bene il ministro: hanno un rapporto di amicizia stretto. Così lo ha invitato a vedere il territorio. E Certini con me ha un’amicizia di vecchia data, così mi ha chiesto se mi avrebbe fatto piacere averlo qui. Ci mancherebbe, ho risposto. Quindi gli ho dato una mano».

Poco importa se sta sull’altra sponda. «Poletti – continua - non ha le mie stesse idee politiche ma è pur sempre un ministro della Repubblica. Così abbiamo iniziato a organizzare la visita». Micci si è occupato del rinfresco, domani alle 18 nella ex sala consigliare della circoscrizione, a Grotte Santo Stefano. Dovrebbe poi vedere il museo di petrografia e mineralogia, fare un giro a Sant’Angelo, infine cenare al castello Costaguti di Roccalvecce. Durante la permanenza, Poletti riceverà anche un manufatto realizzato dal Laboratorio Artistica di San Pellegrino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA