CORONAVIRUS

A Sutri al via buoni spesa per 70mila euro. Nella cittadina nessun caso di contagio al virus

Giovedì 2 Aprile 2020 di Lucilla Quaglia
Partita a Sutri la procedura per la distribuzione di buoni spesa per oltre 70.000 euro, destinati a chi è stato maggiormente colpito dai problemi economici provocati dal Covid 19.

Di questo si è parlato ieri nel corso della consueta riunione tra il vice sindaco della cittadina della Tuscia, Lillo Di Mauro, e varie autorità tra cui Protezione Civile, vigili e Croce rossa. Il modulo, da inviare alle mail indicate entro il 7 aprile, è scaricabile dal sito del Comune. Potranno far domanda coloro che non ricevono altri sussidi tra cui il reddito di cittadinanza. Attivi in paese già la raccolta alimentare e vari volontari per la consegna dei farmaci e della spesa, a cura di Protezione civile e Croce rossa.

“Sono molto contento di come si stanno comportando i miei concittadini – dice Di Mauro – sarà per questo che non registriamo nessuno caso positivo. Il ricercatore Luca Cacchiarelli, originario di Sutri ma domiciliato a Civitavecchia, non vede i suoi parenti sutrini dalla fine di gennaio. E ora, dopo essere stato ricoverato allo Spallanzani per il Covid 19, si sta riprendendo tra le quattro mura domestiche civitavecchiesi assieme alla moglie, anche lei risultata positiva ma asintomatica. La Asl segue inoltre ogni loro eventuale contatto, così come succede in tutte le regioni italiane”.

E che ne è stato dei 23 sutrini in autoisolamento, dopo aver trascorso la settimana bianca nel Trentino? “Hanno terminato la quarantena volontaria e nessuno di loro ha mai sviluppato sintomi”. Il grande problema, una volta passato il virus, sarà la ripresa economica dei negozi e delle attività commerciali, rimasti chiusi per lungo tempo. “E' una situazione pesantissima a cui si dovrà assolutamente porre rimedio”, dice Di Mauro. © RIPRODUZIONE RISERVATA