A Caprarola ritorna il festival Di Voci e di Suoni con quattro appuntamenti

Caprarola, Palazzo Farnese
di Carlo Maria Ponzi
2 Minuti di Lettura
Venerdì 6 Agosto 2021, 06:35 - Ultimo aggiornamento: 14:47

Sabato 7 agosto primo appuntamento a Caprarola (ore 21,30, Giardino del Teatro don Paolo Stefani) della 14° edizione del Festival “Di Voci e Di Suoni”. Agnese Fallongo e Tiziano Caputo sono gli interpreti di “Letizia va alla guerra. La suora, la posa, la puttana”, regia Adriano Evangelisti. Racconto tragicomico, di tenerezza e verità: tre donne del popolo, travolte dalla guerra nel loro quotidiano, che si ritroveranno a sconvolgere le proprie vite e a compiere, in nome dell'amore, piccoli grandi atti di coraggio.

Il festival proseguirà giovedì 12 agosto, con il “Sara Marini Quintetto” (Sara Marini, voce; Lorenzo Cannelli,  pianoforte; Goffredo Degli Esposti, fiati etnici; Paolo Ceccarelli,  chitarra; Francesco Savoretti, percussioni mediterranee) con il concerto dal titolo “Torrendeamo”, che in lingua sarda vuol dire “ritorno a casa”, racconto di viaggio, attraverso musica e parole, tra due isole: la Sardegna circondata dal mare, e l’Umbria, “isola” circondata dai monti. Sabato 14 agosto, “Parthenoplay” con Marina Bruno Trio (voce, pianoforte e sax): da un’idea di Giuseppe Capua, approccio “scanzonato”, quasi goliardico, dei più famosi capolavori della canzone napoletana.

Ultimo appuntamento sabato 21 agosto, “La tovaglia di Trilussa”, interpretato  da Ariele Vincenti, nei panni di Remo, un immaginario custode dello Zoo di Roma, diventato amico del poeta durante le lunghe passeggiate in sua compagnia tra le gabbie degli animali. Ingresso gratuito.

Info e prenotazione obbligatoria: 353 410 6766; www.compagniapeppinoliuzzi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA