Arrivano a Viterbo le prime tre aree di sgambamento per cani

Domenica 12 Luglio 2020
Finalmente anche Viterbo potrà avere aree attrezzate dove portare i cani. Il Comune annuncia che sono in dirittura di arrivo i lavori a Santa Barbara e a Santa Lucia, nei prossimi giorni partiranno al Carmine. A fornire aggiornamenti è l'assessore al verde pubblico Enrico Maria Contardo. «Le due aree di sgambamento in fase di conclusione, in via Antonello da Messina a Santa Barbara e in via Madre Teresa di Calcutta a Santa Lucia, saranno fruibili tra qualche giorno. Cinquecento metri ciascuna. Sono dotate di pubblica illuminazione, doppio cancello, appositi cestini per gettare gli escrementi dei cani. Verranno collocati anche cartelli con tutte le regole da seguire. È nostra intenzione dotare gli spazi anche di panchine. Nei prossimi giorni partiranno i lavori per la realizzazione della terza area, al Carmine, nei pressi del campo sportivo. A queste tre se ne aggiungeranno cinque, una volta approvato il prossimo bilancio. Saranno a San Martino, Bagnaia, La Quercia, Grotte Santo Stefano e al Barco. Il nostro intento è quello di dotare altri quartieri della nostra città di altre aree sgambamento. Penso al centro storico o Villanova. Ringrazio l'architetto Giovanni Cesarini che ha curato il progetto. Numerose le richieste da parte di possessori di cani: 200 solo le persone residenti tra Santa Barbara e Santa Lucia che hanno presentato una raccolta di firme».
«Finalmente i nostri amici a quattro zampe potranno avere uno spazio dove correre e passeggiare senza guinzaglio - ha commentato il consigliere Ombretta Perlorca -. La mia delega riguarda il benessere degli animali. E queste aree sono certa contribuiranno al loro benessere, fisico e non solo. Voglio rivolgere un appello a tutti coloro che accompagneranno i cani in questi nuovi spazi attrezzati: i nostri animali non possono provvedere da soli a pulire. Ci saranno i cestini per gettare rifiuti organici. Le aree saranno regolarmente pulite e igienizzate, ma i proprietari dovranno fare la loro parte». «Ero assessore quando iniziarono ad arrivare le prime richieste da parte dei cittadini - ha detto il sindaco Giovanni Maria Arena -. Dopo circa dieci anni, riusciamo a dare una risposta alle esigenze dei tanti possessori dei nostri amici animali».
  © RIPRODUZIONE RISERVATA