Coronavirus, il declino degli influencer: tanti follower, zero incassi

EMBED
Niente foto al mare né dei primi fiori primaverili. Nessun panorama esotico al tramonto e neppure un più tradizionale piatto di carbonara al ristorante. In Italia la clausura forzata da coronavirus sta riscrivendo la quotidianità non solo di milioni di persone comuni, ma anche degli influencer. Così molte star dei social usano la propria visibilità per sensibilizzare e raccogliere fondi - 4,3 milioni di euro dai Ferragnez ad esempio - proprio mentre le loro foto patinate ora hanno come sfondo un divano e l'hashtag #iorestoacasa. E i video su YouTube tornano a essere girati nelle camerette, esattamente da dove qualche anno fa era partita la rivoluzione dell'intrattenimento sul web.

Francesco Malfetano

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani