Scontri alla festa della Lazio, agente spara gas lacrimogeni ad altezza d'uomo

EMBED
Riprese fatte dai balconi e dalle finestre di casa. Un video inedito in cui i residenti filmano alcuni secondi degli scontri tra ultras biancazzuri e polizia, proprio all’inizio di via Cola di Rienzo, una strada tra le più commerciali dello storico rione Prati.

Poco dopo la mezzanotte, circa 350 supporter laziali si sono compattati in piazza della Libertà e hanno puntato gli agenti, schierati in assetto antisommossa, lanciando bottiglie, sassi, petardi e ribaltando i cassonetti. Il Reparto Mobile ha risposto con l’uso dell’idrante, con cariche di alleggerimento e lancio di gas lacrimogeni (nel video viene ripreso il momento esatto in cui un agente per allontanare un gruppo di ultras a volto coperto, spara un colpo ad altezza uomo) riuscendo a disperdere la folla. «Le sirene dei blindati e lo scoppio delle bombe carta hanno svegliato tutto il quartiere - scrive sul suo profilo personale Anna, che abita a pochi metri da via Cicerone - sembrava di vivere in un film, assistendo alle riprese di una scena di guerra».  

Negli uffici di via di San Vitale, intanto, gli agenti stanno passando al setaccio tutti i filmati ripresi dalla Scientifica per ricostruire con precisioni le violenze della scorsa notte. Il bilancio è di otto feriti tra le file delle forze dell’ordine, con prognosi che vanno dai 4 ai 20 giorni, e di tre ultras della Lazio fermati. 

Jacopo Belviso


LE VOCI DEL MESSAGGERO

Una mattina in ospedale a leggere libri ai bimbi malati

di Pietro Piovani