Papa: la guerra è follia, oggi terza guerra mondiale combattuta a pezzi

EMBED
"Dopo aver contemplato la bellezza del paesaggio di tutta questa zona, dove uomini e donne lavorano portando avanti le loro famiglie, dove i bambini giocano e gli anziani sognano, trovandomi qui, in questo luogo, trovo da dire soltanto: la guerra è una follia". Così papa Francesco ha aperto l'omelia della messa, celebrata al Sacrario di Redipuglia, in provincia di Gorizia, nel centenario dell'inizio della Prima Guerra Mondiale. Poi, Bergoglio ha aggiunto che “oggi, dopo il secondo fallimento di una guerra mondiale, forse si può parlare di una terza guerra combattuta ‘a pezzi’ con crimini, massacri e distruzioni”. Papa Bergoglio oggi visiterà il memoriale dei caduti delle Grande Guerra, costruito sul campo di battaglia, dove anche suo nonno prese parte ai combattimenti contro le truppe austroungariche. Il pontefice pregherà al cimitero di Fogliano, dove sono tumulati più 14mila morti di cinque nazioni diverse, di cui solo 2.400 identificati.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il percorso ad ostacoli dei turisti della Capitale

di Mauro Evangelisti