Maiali destinati ai supermercati uccisi a martellate in Gran Bretagna: immagini choc

EMBED

Maiali uccisi a martellate in Gran Bretagna oppure maltrattati e lasciati con uteri e prolassi che gli escono fuori dal corpo. Per finire poi nei supermercati Lidl, Tesco e Marks & Spencer e altri retailer internazionali. C'è chi lo definisce un «orrore». Sicuramente le immagini registrate da un'investigatore privato all'interno dell'allevamento di proprietà di Philip Sleigh fanno discutere e non sono facili da vedere. Sleigh, peraltro, è il rappresentante degli allevatori britannici nominato dal governo scozzese. Una persona da sempre critica nei confronti delle norme per l'impatto ambientale e il benessere animale. Stavolta, però, non sapeva che dentro uno dei suoi allevamenti c'era chi registrava.

Il video shock è stato diffuso da Animal Equality ed è stato girato da un investigatore sotto copertura, che ha potuto riprendere scene di numerose violazioni legali e atti di crudeltà indicibile. Le ricerche all'interno dell'allevamento britannico di proprietà di Sleigh, leader dell'industria suinicola scozzese, sono state portate avanti insieme a The Times. Grazie alle denunce sono in corso le indagini ed è stata aperta un'inchiesta.

Roma, bambino cade in un pozzo di 5 metri, estratto dai vigili dopo un'ora