Neonato morto in una scarpata a Merano, la testa era avvolta in un panno

EMBED
Choc a Merano. Il corpo senza vita di un neonato è stato trovato da turisti nella scarpata di una stradina a Lana di Sopra. Come scrive il quotidiano Dolomiten, la testa del maschietto era avvolta in un panno, legato più volte intorno al collo. Il corpicino, ancora con il cordone ombelicale, si trovava sotto un cespuglio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la Croce bianca. La morte - prosegue il giornale - risalirebbe ad alcune ore prima del ritrovamento. La procura di Bolzano ha ordinato l'autopsia. Gli inquirenti per il momento mantengono il massimo riserbo sull'inchiesta. Il ritrovamento è avvenuto nei pressi del maso-trattoria Gl”gglkeller, sopra Lana, una zona molto frequentata in questa stagione dai turisti. Sono infatti stati due escursionisti - scrive il Dolomiten - ad intravedere i piedini del neonato morto sotto un cespuglio lungo una stradina secondaria. Hanno avvisato un contadino che si trovava poco lontano che si è avvicinato al cadavere. È così partito l'allarme e sul posto sono intervenuti la Croce bianca con il medico d'urgenza e i carabinieri, ma - così il medico - il bebè era morto da alcune ore. Si tratterebbe di un maschietto di carnagione chiara. Secondo il giornale il piccolo è stato strangolato con il panno usato per coprire la testolina.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani