Mafia, "spaccaossa" per truffare le assicurazioni: arresti a Palermo

EMBED
Duro colpo al mandamento mafioso di Brancaccio. Fermati i vertici di importanti famiglie e verificati inediti interessi criminali di Cosa nostra. Arresti e sequestri sono in corso dalle prime luci dell'alba. Le accuse, a vario titolo, sono di associazione mafiosa, estorsione, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, auto riciclaggio, danneggiamento fraudolento di beni assicurati ed altro.

La maxi operazione antimafia è l’epilogo di una complessa attività d’indagine, effettuata dalla squadra mobile di Palermo sul mandamento mafioso di Brancaccio e sulle famiglie mafiose di Corso dei Mille e Roccella, che ha reso una inedita radiografia di Cosa Nostra e dei suoi interessi criminali. Accanto agli storici interessi per le rapine e lo spaccio di droga, capillarmente controllato anche attraverso l’ausilio di quadri intermedi, è emerso come anche il lucroso mercato delle truffe assicurative richiamasse le attenzioni mafiose. In quest’ottica, è stato riscontrato come Cosa Nostra avesse esteso la sua longa manus anche sul fenomeno criminale delle truffe assicurative, realizzate attraverso la violenta condotta criminale dei cosiddetti 'spaccaossa' e del 'sacrificio' di vittime scelte in contesti sociali degradati, disposte ad avere cagionate fratture gravissime.

ALTRI VIDEO DELLA CATEGORIA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri