Crimi: «Radio Radicale? Nostra intenzione non rinnovare la convenzione»

EMBED
" Radio Radicale? "La posizione è molto chiara, è intenzione di questo governo (almeno mia e del Mise che abbiamo seguito il dossier) di non rinnovare la Convenzione con Radio Radicale per svolgere il servizio. Vorrei che i termini fossero corretti, non rinnovare la Convenzione". Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri con delega all'Editoria Vito Crimi, a margine alla Prima conferenza regionale sullo stato dell'informazione locale in Lombardia, organizzata dal Corecom-Comitato Regionale per le Comunicazioni della Lombardia. "Un servizio che Radio Radicale ha svolto per 25 anni senza alcun tipo di valutazione, come l'affidamento con una gara. Nessuno ce l'ha con Radio Radicale o né vuole la chiusura. Sono questi i termini della questione, non altri", aggiunge Crimi.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri