Marocchino urla dal ponte: «Mi butto, sono io che comando». A13 paralizzata a Bologna

EMBED
«Sono io che comando» ha urlato il marocchino 33enne che ha minacciato di suicidarsi dal ponte dell'A13 questa mattina, tratto in salvo dalla Polizia Stradale. Ubriaco e sotto gli effetti della cocaina ha gridato più volte "lo stato tratta male gli immigrati, sono costretto a spacciare per sopravvivere". Nelle immagini anche il momento in cui viene insultato dagli automobilisti. L'autostrada A13 è rimasta chiusa per un'ora, il nordafricano è stato portato all'ospedale per accertamenti. Risulta irregolare sul territorio e con precedenti.

ALTRI VIDEO DELLA CATEGORIA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze studio all’estero: «Ciaone» e zero contatti

di Raffaella Troili