Roma, al Gianicolo sorgerà il centro commerciale "Vatican Mall" , ma il Vaticano precisa: «Non è nostro»

Roma, al Gianicolo sorgerà il centro commerciale "Vatican Mall" , ma il Vaticano precisa: «Non è nostro»
2 Minuti di Lettura
Martedì 4 Ottobre 2022, 10:56 - Ultimo aggiornamento: 16:28

Città del Vaticano - Si avvicina il Giubileo e si scaldano i motori anche in vista del business legato ai massicci flussi turistici che sono previsti. Così alla vigilia dell'apertura di un grande centro commerciale in cui sarà possible acquistare prodotti made in Italy delle migliori marche, collocato in una area strategica, adiacente alla Pontificia Università Urbaniana e al grande parcheggio del Gianicolo che porta dritto a via della Conciliazione, la società Gasak srl che gestisce il centro commerciale chiamato "Vatican Mall",  ha dovuto fornire alcuni chiarimenti per evidenziare che il Vaticano non ha nulla a che fare con un centro commerciale di gadget e fashion con le migliori marche in commercio.

Barbone aggredisce un dipendente vaticano. L'esasperazione degli abitanti di Borgo Pio per il degrado di San Pietro

La precisazione del Vaticano

«Vatican Mall non sara' un centro commerciale di lusso, ma accogliera' i migliori brand, e il termine non significa appartenere alla fascia del lusso, ma offrire prodotti con un corretto rapporto qualita'- prezzo». In secondo luogo, a proposito della connotazione "tax free", nel Vatican Mall non sara' possibile fare genericamente acquisti con esenzione Iva, ma verra' applicato il principio di legge valido in ogni negozio che applica il meccanismo tax free", precisa. Questo significa «che solo clienti extracomunitari in possesso di una carta d'imbarco per un paese extraeuropeo potranno beneficiare del tax free», come per esempio i turisti o i pellegrini statunitensi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA