PAPA FRANCESCO

Ratzinger vola in Germania al capezzale del fratello morente, resterà a Ratisbona 3 giorni

Giovedì 18 Giugno 2020 di Franca Giansoldati
1
Ratzinger in Germania al capezzale del fratello morente, resterà a Ratisbona 3 giorni

Città del Vaticano – Joseph Ratzinger torna per alcuni giorni in Germania. Si tratta di un viaggio triste. L'amato fratello don Georg Ratzinger è gravemente malato, secondo i medici che da tempo lo hanno in cura, la situazione potrebbe precipitare, potrebbero essere i suoi ultimi giorni e così il Papa Emerito stamattina, su un volo dell'aeronautica militare, è volato a Ratisbona, in Germania.

Il suo insolito viaggio da Papa Emerito intrapreso nonostante l'età e le condizioni di salute (ormai non cammina quasi più) lo ha fatto per restare vicino al fratello in questo ultimo passaggio esistenziale. Don Georg e Joseph Ratzinger sono legatissimi sono stati ordinati sacerdoti assieme. Fino a quando la salute di don Georg lo ha permesso, questi da Ratisbona, in Baviera, dove vive, arrivava a Roma a trascorrere le vacanze estive o le vacanze pasquali assieme al fratello teologo. Nel 2008 il sindaco di Castelgandolfo gli aveva persino conferito la cittadinanza onoraria. I due fratelli amavano passeggiare, suonare il pianoforte, ascoltare la musica, discutere di teologia. 
 

 

Don Georg Ratzinger divenne direttore del coro della Cattedrale di Ratisbona, noto come "Regensburger Domspatzen", diretto fino al 1994. Alla guida di questo coro don Georg ha effettuato numerose incisioni per Deutsche Grammophon, Ars Musici e altre case discografiche (spartiti di Johann Sebastian Bach, Wolfgang Amadeus Mozart, Heinrich Schütz, Felix Mendelssohn e altri). Negli anni scorsi fu accusato di avere usato metodi didattici piuttosto brutali nei confronti dei piccoli cantori del coro, ma un  dossier di alcuni anni fa ha sgombrato il campo da ogni dubbio, scagionando il fratello del pontefice dalle accuse che erano state insinuate sul suo conto. 

Ad accompagnare il viaggio del Papa emerito in Germania solo alcuni gendarmi, un medico, una delle suore laiche che lo accudiscono e don Gaenswein. Il Papa emerito dovrebbe rimanere in Germania per tre giorni per poi fare ritorno a Roma entro domenica.

La diocesi di Ratisbona ha diffuso un comunicato non appena il Papa emerito è atterrato, chiedendo alle persone, ai fedeli, ai giornalisti, agli amici di rispettare la privacy di  questo incontro che è e resta profondamente personale.

Il Vaticano ha confermato ufficialmente il viaggio solo qualche minuto fa. 

La diocesi di Ratisbona ha anche aggiunto che occorre avere la massima comprensione per questo frangente personale. «Tutte le persone che desiderano esprimere la loro simpatia sono invitate recitare una preghiera silenziosa per i due fratelli».

Il Papa emerito 93enne è atterrato a Monaco alle 11.45 circa. Ad aspettarlo c'era il vescovo Rudolf Voderholzer che lo ha accompagnato verso Ratisbona. L'alloggio scelto per questo soggiorno è nel seminario della diocesi.

Il Papa emerito ha preso la decisione di recarsi a Ratisbona, dopo essersi consultato con papa Francesco. 

 

Ultimo aggiornamento: 19 Giugno, 08:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani