CORONAVIRUS

Papa Francesco è indisposto, salta il rito al Laterano ma fa udienze a Santa Marta

Giovedì 27 Febbraio 2020 di Franca Giansoldati

Città del Vaticano – Francesco oggi è un po' indisposto. Colpa del freddo preso ieri. Per tutta la mattinata è stato in piazza san Pietro per la udienza generale, sotto il vento di tramontana. Nel pomeriggio ha presieduto alla processione del Mercoledì delle Ceneri all'Aventino.

L'amico giornalista del Papa ipotizza, se mai si dovesse dimettere non si vestirà di bianco ma di nero
Il Papa ai miliardari, accumulare ricchezze senza condividerle non crea un mondo migliore

Stamattina Papa Francesco ha fatto sapere di voler rinunciare alla celebrazione penitenziale di inizio Quaresima nella basilica di San Giovanni, un rito piuttosto lungo e impegnativo. Avrebbe dovuto confessare anche alcuni parroci, come è nella tradizione ma il colpo di freddo preso nella giornata di ieri lo ha indotto ad ascoltare il consiglio dei medici di riguardarsi un po'. Il suo programma, tuttavia, a Santa Marta è rimasto invariato: in agenda era previsto una udienza ad gruppo di ambientalisti che si è regolarmente svolta.
 

«Il Papa è indisposto e non andrà questa mattina alla Basilica romana di San Giovanni in Laterano. Si tratta di una lieve indisposizione, per cui ha preferito restare negli ambienti vicini a Santa Marta. Gli altri incontri procedono regolarmente». In Vaticano nessuno menziona al corona virus anche se, dalle parole rassicuranti dei suoi collaboratori, questa ipotesi viene scartata e non c'entra proprio niente.

Ieri alla udienza il pontefice ha pregato per i malati, per i medici e gli infermieri che stanno facendo turni massacranti negli ospedali del Nord. In questi giorni il programma vaticano non è mai cambiato e nemmeno alla messa a Bari ha subito ritocchi di sorta nella liturgia domenicale seguita da 40 mila persone. La comunione è stata distribuita in bocca, non sono state proibite le strette di mano.

Ultimo aggiornamento: 11:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Dalla candeggina ai contagi: ecco le bufale su cani e gatti

di Marco Pasqua