CORONAVIRUS

Coronavirus, Papa Francesco chiede ai preti di portare l'eucarestia ai contagiati

Martedì 10 Marzo 2020 di Franca Giansoldati

Città del Vaticano – Anche stamattina, alla messa di Santa Marta trasmessa in diretta sui canali web del Vaticano, Papa Francesco ha pensato al coronavirus, alla epidemia in corso e ha chiesto ai sacerdoti di avere il coraggio di «portare la forza di Dio e dell'eucaristia ai malati». Una frase che è stata oggetto per tutta la mattinata di confusione, tanto che nel pomeriggio il direttore della sala stampa, Matteo Bruni è intervenuto per chiarire che portare l'eucarestia ai malati di Covid-19 è «chiaramente nel rispetto delle misure sanitarie stabilite dalle Autorità italiane».
 
«Continuiamo a pregare insieme per i malati e i sanitari e per tutte le persone che soffrono di questa epidemia. Chiediamo anche ai nostri sacerdoti, affinché possano avere il coraggio di uscire e visitare i malati, per portare loro la forza di Dio e dell'Eucaristia».

Il primo brano del profeta Isaia è stata letto da una suora della Carità: «Smetti di fare il male e fai del bene». Poi è seguito dal Vangelo di Matteo. «Gesù si rivolge ai suoi discepoli dicendo: Sulla sedia di Mosè siedono scribi e farisei (…) Appoggiano pesanti fardelli sulle spalle del popolo .. Lo fanno tutti per essere ammirati dal popolo ... Non chiamatevi insegnanti, perché uno è solo il vostro insegnante ... Uno è solo il vostro Padre celeste ... Il più grande tra voi sarà il vostro servitore». Poi il Papa è andato all'ambone a pronunciare una omelia a braccio.

«Oggi il Signore ci chiama a dialogare con Lui, perché il peccato ci blocca in noi stessi (...) La vanità non guarisce mai, ma è velenosa e porta malattie e durezza al cuore».

Ultimo aggiornamento: 21:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani