Tutti pazzi per l'Ital-Sir, da Perugia
gli auguri di Kovac e compagni

Ivan Zaytsev baciato dopo la vittoria contro gli Usa
2 Minuti di Lettura
Sabato 20 Agosto 2016, 20:36 - Ultimo aggiornamento: 21:52

PERUGIA - «I muri di Buti e le battute di Birarelli e Zaytsev hanno cambiato la partita al di là di altri ragazzi che hanno giocato veramente bene. Penso che l'Italia dopo la vittoria con gli Usa abbia la giusta energia positiva per ripetere una gara di alto livello», Slobodan Kovac, tecnico della Sir Safety Perugia, ha commentato così la prova dei «suoi» ragazzi che a Rio battendo gli Stati Uniti hanno trascinato l'Italvolley nella finale che si giocherà contro il Brasile. Sono infatti tre i giocatori della Sir presenti nella squadra olimpica azzurra: il capitano Emanuele Birarelli, Simone Buti e la stella spoletina Ivan Zaytsev. «Di per sé è un risultato già storico - ha detto Kovac - ma credo che hanno le qualità per fare anche un passo più importante».

Per loro si è detto «molto contento» anche Aleksandar Atanasijevic, l'opposto della Sir reduce da un intervento alla tibia, che a Perugia sta portando avanti la preparazione con il resto della squadra. «Prima di tutto siamo amici, e spero davvero che l'Italia vinca anche la finale contro il Brasile. Meritano la medaglia d'oro, e se continuano a giocare così sono convinto che saranno campioni olimpici».

Da Rio segue da vicino i tre Block Devils anche il presidente della Sir Gino Sirci. «Spero che tutta Perugia abbia assistito alla partita perché qui in Brasile - ha riferito - quando vedono in campo questi giocatori fantastici della squadra azzurra, scoprendo che ben tre fanno parte dello stesso team, e questo team è Perugia, rimangono sbalorditi di quello che può essere la nostra squadra».

© RIPRODUZIONE RISERVATA