Terni, spari in centro: ferito un carabiniere

Venerdì 19 Luglio 2019
6
Terni, spari in centro durante un controllo: ferito un carabiniere

Un carabiniere è rimasto ferito durante una colluttazione che è avvenuta in piazza Curio Dentato, in centro, a Terni. Secondo i primi elementi raccolti un uomo che viaggiava su una bicicletta elettrica è stato fermato per dei controlli da una pattuglia della polizia e avrebbe dato in escandescenze. Sul posto è arrivata anche una pattuglia dei carabinieri che ha cercato di fermare l'uomo. A un certo momento, questo, approffittando della confusione che si era creata, avrebbe messo le mani su un agente, sfilandogli la pistola dalla fondina. «Con la pistola ad altezza d'uomo ha sparato cinque colpi muovendo le braccia a semicerchio. Non so come non ci abbia ucciso tutti», ha detto una vigilessa che era su una pattuglia poco distante e che era accorsa durante i primi momenti del parapiglia per dare man forte ai colleghi che stavano facendo i controlli. A salvare la vita ai colleghi uno degli operatori intervenuti che ha preso per il polso l'uomo e l'ha costretto a puntare la pistola verso terra. L'uomo che ha sparato è stato poi fermato e disarmato ma ci sono volute sei-sette persone per tenerlo fermo. Il carabiniere è stato ferito ad entrambi i piedi e non è in pericolo di vita. L'arrestato, invece, è un giovane di origini dominicane, non residente a Terni, sulla cui identità e sui cui eventuali precedenti stanno indagando la squadra mobile e i carabinieri del Nor.
L'intervento del ministro Salvini. «Il decreto sicurezza bis punisce più severamente chi aggredisce le forze dell'ordine: non vedo l'ora che sia convertito in legge. E non mollo sulla guerra totale allo spaccio e al consumo di droga: altro che liberalizzazione
come vorrebbe qualcuno». Lo dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini dopo il ferimento di un carabiniere a Terni. «Solidarietà al carabiniere ferito da uno straniero -
aggiunge il titolare del Viminale -. L'uomo ha prima attaccato le forze dell'ordine a calci e pugni e poi ha addirittura sparato». «Un grazie e un grande abbraccio alle donne e agli uomini in divisa che - conclude - in tutta Italia e tutti i giorni, rischiano la vita per difendere la sicurezza dei cittadini perbene».
II sindaco Il sindaco di Terni, Leonardo Latini, ha ringraziato le Forze dell'Ordine per l'impegno quotidiano a tutela dei cittadini. 
 


 

 

Ultimo aggiornamento: 20:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Romani pronti al rientro ma potrebbero ripensarci

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma