Terni, arancia meccanica a Gabelletta
anziani malmenati per una rapina
muore 93enne. Arrestati tre rumeni

Terni, arancia meccanica a Gabelletta anziani malmenati per una rapina muore 93enne. Arrestati tre rumeni
2 Minuti di Lettura
Martedì 28 Aprile 2015, 16:17 - Ultimo aggiornamento: 29 Aprile, 16:30

TERNI Orrore a Gabelletta, una rapina finisce in tragedia. Muore Giulio Moracci di 93 anni, ex imprenditore da parecchi anni in pensione. Ferita la moglie, Fiorana Fineschi, ricoverata al Santa Maria di Terni. I malviventi sono stati subito fermati e arrestati. Si tratta di tre rumeni, provenienti da Roma.

La dinamica Due di loro si sono fatti aprire la porta di casa dicendo di dover consegnare un telegramma e così, appena entrati hanno bloccato la donna, l'hanno legata mani e piedi con un nastro adesivo che poi le hanno attaccato anche sulla bocca e l'hanno immobilizzata a una sedia della cucina. Poi sono entrati in camera da letto e hanno fatto lo stesso con Giulio Moracci, che in quel momento stava riposando. Lo hanno legato al letto in posizione supina, e questo potrebbe essergli stato fatale, facendolo morire soffocato.

Il fermo I malviventi sono stati fermati subito dopo la rapina. Usciti dalla palazzina sono stati notati da una pattuglia dei carabinieri, che si trovava a Gabelletta per dei controlli. Insospettiti dal loro modo di fare li hanno fermati e portati in caserma, per essere interrogati dal magistrato, Barbara Mazzullo. Nel tardo pomeriggio i tre sono stati arrestati per omicidio preterintenzionale, rapina, lesioni e sequestro di persona.

In italia per delinquere Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, due di loro sono entrati in casa mentre l'altro attendeva in auto. I tre, di 20, 21 e 43 anni, provengono dalla periferia romana e sono da molto in Italia, tanto da parlare «perfettamente» la lingua. A loro carico sono emersi numerosi precedenti. I romeni viaggiavano a bordo di una Bmw con targa romena che era stata parcheggiata nei pressi della casa dell'anziano. I carabinieri li hanno bloccati in zona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA