Olimpiadi di filosofia, tre studenti ternani vanno in finale

Giovedì 22 Aprile 2021
Olimpiadi di filosofia, tre studenti ternani vanno in finale

Parteciperanno alla finale nazionale dell’Olimpiadi di Filosofia, giunta alla XXVIII edizione, organizzata dal Ministero dell’Istruzione e dall’associazione Filolimphya. Sono quattro studenti (tre sono ternani) che hanno partecipato alle semifinali che si sono svolte il 31 di marzo. Si tratta di Cristian Toccaceli, della classe 5 F del Liceo linguistico Angeloni di Terni, Angela Lavinia Varazi, della classe 4 A del Liceo Donatelli, Matteo Zelli, del 5D del Liceo classico Tacito, ed infine Teresa Venarucci della classe terza dell’Istituto istruzione superiore “Casimiri” di Gualdo Tadino.

Le finali nazionali dell’ambito concorso si svolgeranno a Roma il giorno martedì 28 aprile, quindi ancora una quindicina di giorni di preparazione per i bravissimi ragazzi umbri. Per arrivare alla fase finale, c’è da dire, che i quattro ragazzi vincitori hanno dovuto superare una gara individuale che consisteva in un saggio argomentativo-filosofico a partire da tracce elaborate dalla commissione regionale e riguardanti gli ambiti etico-politico, estetico, teoretico e gnoseologico.

Il concorso nazionale si divideva in due sezioni, una in lingua italiana e una in lingua straniera, a scelta del candidato. Le due sezioni sono state parallele e hanno dato luogo a due diverse graduatorie di merito.

«Sono contentissima per gli insegnanti e soprattutto per gli studenti del nostro Liceo – argomenta la Preside del Donatelli Luciana Leonelli – anche perché nonostante il disorientamento, il disagio dovuto a questo contesto, e penso alla pandemia, dentro la scuola c’è ancora gente che resta sul pezzo e sostiene gli studenti facendo emergere le loro capacità. Sono contenta, oltre che per la nostra comunità scolastica, anche per la città che insieme alla squadra di calcio dimostra di avere tante altre potenzialità».

Insomma, non solo pallone e Fabbrica come sempre è stata etichettata la città di Terni! Soddisfazioni anche al Liceo Angeloni di Terni di via Battisti. «Questo successo ci riempie di soddisfazione, ci gratifica – argomenta la professoressa Sara Raspa, referente del Progetto – Cristian ha dimostrato delle ottime conoscenze filosofiche e capacità argomentative esposte, addirittura, in lingua straniera. Il nostro studente ha realizzato il suo saggio in lingua francese trattando un argomento dell’ambito etico politico a partire dal pensiero della politologa Hannah Arendt riguardante la partecipazione attiva del cittadino alla vita politica dello Stato». Anche al Liceo Tacito grande soddisfazione per il risultato conseguito da Matteo Zelli, studente della classe 5D. «Di sicuro una bella soddisfazione, che ci riempie di orgoglio – fanno sapere dallo storico Liceo ternano – e che premia il lavoro dei docenti e le abilità dei nostri ragazzi. Cercheremo, a questo punto, di fare bene anche alle finali di Roma». Come dire, l’appetito vien mangiando

© RIPRODUZIONE RISERVATA