Nodino di Perugia, 10 milioni subito e progetto pronto

Il traffico sul raccordo di Perugia
di Federico Fabrizi
3 Minuti di Lettura
Domenica 26 Luglio 2020, 09:13

PERUGIA - C’è una scorciatoia per il “nodino di Perugia”. I dieci milioni e mezzo per la progettazione esecutiva della bretella che collegherà la zona di Balanzano con Collestrada sono nero su bianco in una nota del Dipartimento per le politiche di coesione della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Quei fondi sono finiti dritti dritti in un unico “piano operativo” da oltre un miliardo che somma una serie di interventi ritenuti urgenti. Insomma, il nodino di Perugia s’ha da fare. La richiesta di risolvere il problema di uno dei tratti più “complicati” di tutta la viabilità umbra era arrivata nelle scorse settimane da svariate associazioni di categoria. Ora la strada è tracciata. L’assessore regionale ai trasporti Enrico Melasecche ha ottenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia il progetto preliminare dell’opera, affidato ad Anas che in questo modo potrà provvedere rapidamente alla progettazione esecutiva. Anche qui è stata individuata una scorciatoia burocratica che permetterà di tirare dritto: Anas, infatti, non ha intenzione di muoversi da zero con un bando nuovo di zecca, ma potrà affidare il progetto attraverso una “gara quadro”: è già stata individuata un’azienda umbra. «Stiamo facendo e stiamo correndo - spiega l’assessore regionale Enrico Melasecche - se ne parla da vent’anni: quello è uno dei tratti più problematici dell’Umbria dal punto di vista viario. Questo passaggio per il finanziamento ed il lavoro fatto dall’assessorato con Anas sono decisivi: a questo punto siamo nelle condizioni di inserire il cantiere nel contratto di programma per poter accedere a finanziamenti certi e poter avviare i lavori veramente nei prossimi mesi. Ringrazio la Fondazione Cassa di Risparmio - prosegue l’assessore - a chi considera questa soluzione soltanto parziale, perché guarda all’intero “nodo di Perugia”, dico che ho già chiesto alla presidente di Cari Perugia Cristina Colaiacovo tutto il lavoro di progettazione già svolto. Aggiungo - chiude Melasecche che per quanto mi riguarda portare soluzioni concrete ai problemi è il miglior modo di rispondere a polemiche di tutt’altro genere che poco mi appassionano». I lavori potrebbero effettivamente essere appaltati nell’arco di un anno e mezzo. L’obiettivo è quel by pass al traffico intorno alla città di Perugia del quale si discute da tantissimo tempo: saltare da Balanzano, lungo il tragitto della E45 prima di Ponte San Giovanni direttamente sulla SS 75, quindi in direzione Assisi-Foligno scavalcando uno dei punti più complicati della viabilità intorno al capoluogo, velocizzando così il collegamento per chi lo percorre e allo stesso tempo alleggerendo il traffico perugino. La soluzione ipotizzata nero su bianco è un tragitto con una galleria e un viadotto, ma il progetto è ancora preliminare e resta ancora molto lavoro da fare per i tecnici. La buona notizia è che i fondi arrivano dalla «rimodulazione e riprogettazione» di altre opere

© RIPRODUZIONE RISERVATA