Narni: partono i lavori di ristrutturazione della chiesa dell'Ospedale di Via dei Cappuccini

Martedì 18 Giugno 2019 di di Marcello Guerrieri
La chiesa dell'ospedale di Narni
Per solito i lavori di ristrutturazione che vengono deliberati riguardano reparti, corsie, ambulatori. Ora però alla Asl n. 2 si sono dovuti interessare ad una chiesa, quella che è annessa all’Ospedale civile di Narni e che si trova fuori dalle norme di sicurezza e per questo era stata chiusa. Il fatto è che quella costruzione sacra ha secoli di vita, insomma un aspetto culturale interessante e si è anche acceso un faro da parte della Soprintendenza. E poi è raggiungibile dall’interno dell’ospedale, frequentata, insomma da malati e famigliari, che non disdegnano preghiere nel bisogno. Il terremoto di un paio d’anni fa aveva “mosso” l’affresco che raffigura San Giovanni di Dio ma che è perpendicolare alla piccola navata, proprio sopra i fedeli. Ed anche gli stucchi al grande finestrone sono diventati instabili e pericolosi, tanto da far chiudere la chiesa stessa, per decenni condotta da don Sergio. Così la Asl ha dovuto mettere le mani al portafoglio per stanziare trentuno mila euro, mettendo a gara il progetto dell’Ufficio Tecnico ed assegnandolo ad una ditta di Gubbio. I lavori dovevano iniziare nel mese di aprile ma qualche problema burocratico l’hanno rimandati di qualche giorno. La comunità cristiana di Narni è particolarmente devota alla chiesa dell’Ospedale, che era stata manutenuta in perfetto ordine per un tempo lunghissimo, secoli, dalle suore del Cottolengo, che gestivano anche l’assistenza ospedaliera sino alla riforma del 1980: ancora oggi i pavimenti portano il segno della loro devozione e di come siano stati consumati a forza di passarvi stracci e scope. Ed appena fuori sempre le suore, avevano costruito un piccolo giardino pieno di rose, che, seppur un po' inselvatichito, ancora esiste.    © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Book crossing”, a Roma a volte non funziona

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma