I medici: «Il 30 per cento dei ricoverati positivi al Covid è in ospedale per altre patologie»

I medici: «Il 30 per cento dei ricoverati positivi al Covid è in ospedale per altre patologie»
1 Minuto di Lettura
Venerdì 21 Gennaio 2022, 16:41

PERUGIA - Scendono ancora leggermente i ricoverati Covid in Umbria: ora sono 208, cinque in meno di giovedì,
mentre salgono da 11 a 12 i posti occupati in terapia intensiva e purtroppo il bollettino della Regione Umbria registra altre sette vittime legati al virus. E la Federazione dei medici internisti ospedalieri fa il punto anche sulle condizioni dei ricoverati positivi negli ospedali umbri: la quota di ricoverati per altre patologie ma positivi al Covid e asintomatici è pari a circa il 30% «e questo crea alcuni problemi di sovraccarico ai Pronto Soccorso e ai reparti dedicati per il
virus - spiega Fadoi - per fortuna si tratt di problematiche ancora gestibili con la attuale organizzazione e
con la capienza prevista dall'Assessorato alla Sanità». Per Fadoi l'85% circa di questi asintomatici sono vaccinati
con tre dosi e il 25% dei pazienti positivi nei reparti Covid di tipo medico sono in condizioni gravi e in terapia semintensiva.
Intanto nell'ultimo giorno sono stati registrati 2.211 nuovi casi di infezione da Sars-Cov-2 in Umbria, più 3,7 per cento rispetto alle 24 ore precedenti, e 2.554 guariti, con gli attualmente positivi che scendono a 25.599: 350 in meno nell'ultima giornata. Sono stati analizzati 3.874 tamponi e 12.279 test antigenici, con un tasso di positività sul totale del 13,68 per cento (12,79 per cento giovedì).

© RIPRODUZIONE RISERVATA