Perugia, torna la Fiera dei Morti: 580 stand, affari con il Green pass

Perugia, torna la Fiera dei Morti: 580 stand, affari con il Green pass
di Cristiana Mapelli
3 Minuti di Lettura
Martedì 26 Ottobre 2021, 13:28

PERUGIA - Dopo un anno di stop, sette giorni per godere della tradizionale fiera dei morti nelle due sedi di Pian di Massiano e l’acropoli. L’appuntamento fieristico, dal primo al 7 novembre, con quasi 600 stand, è stato presentato a palazzo dei Priori dall’assessore al Commercio Clara Pastorelli, dai presidenti del Consorzio Perugia in Centro, Sergio Mercuri, e dell’associazione Fare Facendo, Marco Brilli. Presenti Nicoletta Caponi, comandante della polizia locale, Fausto Lemmi, gli apicali di Minimetrò e Gesenu. Dopo lo stop forzato a causa del Covid, una spinta concreta alla ripartenza. «Una grande occasione di lavoro per tanti artigiani, commercianti e ambulanti – ha commentato l’assessore Pastoreli - che sapranno animarla e colorarla con i loro stand e i loro prodotti».

GREEN PASS

Nessun varco, green pass obbligatorio e controlli a campione. Sì, perché alla fiera perugina in passato la stima media di affollamento ha toccato anche il picco di 9mila presenze in contemporanea. A ricordare le misure anti Covid, una cartellonistica informativa, otto totem e un sistema di diffusione sonora per ricordarle ad intervalli prefissati. I controlli a campione del Green Pass, tranne gli under 12 e gli esenti, saranno effettuati dalle forze di polizia.

SICUREZZA

Per il primo giorno di fiera, 80 vigili controlleranno venditori di merce contraffata, parcheggiatori abusivi Controlli anche su parcheggiatori abusivi e la vendita di merci contraffatte, come ha spiegato la comandante Caponi. L’evento sarà oggetto di una riunione con il nuovo questore e attenzionato dal comitato per l’ordine e la sicurezza.

LOCATION

Calzature, artigianato, biancheria per la casa, elettronica, ferramenta, giocattoli e poi c’è la ristorazione. «Da dieci anni per i perugini la fiera. È una presenza gradita e irrinunciabile – ha detto Sergio Mercuri – Quest’anno molti produttori hanno trovato difficoltà a ripartire, ma il mondo degli espositori resta affezionato a Perugia e torna volentieri». Cinquecento gli stand a Pian di Massiano, ottanta quelli in centro in tre piazze, ognuno con una sua vocazione. Gli appassionati di vintage e tipicità artigianali troveranno cose interessanti in piazza della Repubblica e sotto le logge della prefettura. Piazza Matteotti sarà, invece, il Villaggio delle Regioni d’Italia e dei prodotti umbri.

CITTA’ GEMELLE

Tornano anche gli stand delle città gemelle, Aix en Provence e Bratislava, in piazza Italia. Salumi, formaggi, paté francese, spezie, tessuti, saponi, vini provenzali, vini e birre, ma anche ceramiche, decorazioni natalizie, manufatti in legno.

TRASPORTI

Busitalia e Minimetrò mettono a disposizione dei visitatori della fiera un biglietto unico bus/treno più minimetrò a 3,50 euro per 24 ore dalla prima convalida, utilizzabile da un adulto e un bambino sotto i 12 anni. A mantenere l’area di Pian di Massiano pulita, garantendo il presidio per il pronto intervento, gli operatori di Gesenu.

CONTEST

Tra le novità, anche la scelta del layout grafico della manifestazione con un contest sui social che ha raggiunto più di 25mila persone, su Instagram 11.983 e su Telegram 501. La proposta risultata vincitrice si caratterizza per la presenza di oggetti rotti, con la rassicurazione che, però, non ci si deve preoccupare perché alla fiera si trova tutto. Sarà attiva la mappa virtuale della manifestazione per trovare subito i prodotti preferiti e verrà allestito un punto di assistenza relativo all’amministrazione digitale per chi vuole aiuto per ottenere Spid, effettuare pagamenti velocemente, accedere ad altri servizi online (lunedì – venerdì 9 -13, 075 5773440 - 075 5773450).

© RIPRODUZIONE RISERVATA