Foligno, molesta ragazzina
​40enne rischia il linciaggio
​Arrestato da Polfer e Volante

Foligno, molesta ragazzina 40enne rischia il linciaggio Arrestato da Polfer e Volante
di Giovanni Camirri
2 Minuti di Lettura
Martedì 27 Giugno 2017, 14:22

FOLIGNO - Una complessa indagine di Polizia condotta dai poliziotti della Polfer di Foligno con la collaborazione, nella fase terminale delle indagini, degli agenti del Commissariato di Foligno, ha portato all’arresto di un cittadino gambiano di quarant’anni. Ormai da qualche tempo si erano succedute una serie di denunce nelle quali le vittime lamentavano di aver subito molestie da parte di un soggetto straniero. Dagli elementi in loro possesso, gli investigatori hanno da subito ritenuto che gli episodi fossero da ricondurre ad uno stesso autore. Gli approfondimenti investigativi hanno consentito di stringere il cerchio intorno ad uno straniero, un quarantenne gambiano, solito frequentare la stazione ferroviaria e zone limitrofe. L’epilogo si è avuto lunedì nel tardo pomeriggio, nella zona del Trivio di Foligno. Una chiamata al 113 ha richiesto l’intervento della Polizia a seguito di molestie subite, questa volta, da una ragazzina - diferisce una nota della Questura - di neppure 13 anni. Tempestivo è scattato l’intervento sul posto dei poliziotti della Volante e della Polizia Ferroviaria che hanno immediatamente rintracciato il soggetto e l’hanno fermato. L’intervento degli agenti, peraltro, ha distolto l’aggressore dalle ire dei presenti, evitando che la situazione potesse generare in linciaggio. Lo straniero è stato condotto negli Uffici della Polfer per la compiuta identificazione e, all’esito degli accertamenti, è stato tratto in arresto per violenza sessuale ai danni di minorenne. Sulla base dei gravi indizi raccolti dagli investigatori, allo straniero vengono contestati anche altri episodi, commessi con le medesime modalità, avvenuti nel centro di Foligno in danno di donne di diverse fasce di età. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’uomo è stato condotto in carcere a Spoleto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA