MALTEMPO

Maltempo, cade in una forra per salvare i cani. Tromba d'aria a Rasiglia. Un testimone:«Dieci minuti di terrore». Un vigile del fuoco ferito dai calabroni. Chiusa la "Tre Valli".

Domenica 30 Agosto 2020
L'intervento dei vigili del fuoco a Rasiglia

FOLIGNO- Il maltempo inizia a farsi sentire anche in Umbria con  diversi interventi dei vigili del fuoco per allagamenti e alberi caduti. L'emergenza più pesante è scattata a in mattinata a  Fondi, una frazione di Foligno, dove un uomo è caduto in una forra cercando di salvare i due cani da caccia che erano finiti nella forra non lontano dal "fosso dei chiodi". L'uomo è riuscito ad afferare i cani aggrappandosi a un albero che ne ha frenato la caduita nella forra poi è stato soccorso dai vigli del fuco che hanno recuperato anche i due animali.
Per il maltempo situazione opartuicolaremne complessa in Valneria e nello Spoletino. L'Anas  informa che la strada statale 685 ‘Tre Valli Umbre’ è provvisoriamente chiusa al transito in entrambe le direzioni al km 20,500, nel comune di Norcia a causa della caduta rami e piante sulla carreggiata per il maltempo. La circolazione è deviata con indicazioni sul posto. Secondo quanto reso noto dal comando oprovinciale dei vigili del fuoco di Orerugia le zone più colpite sono quelle della Valnerina e dlelo Spoletino. A metà pomeriggio ci sono ancora 46 inetrventi da evadare da parte dei pompieri per caduta alberi e rami pericolanti. In uno di questi interventi, a Spoleto, un vigile del fuoco è stato ounto da uno sciame di calabroni. Il pomoiuere pè stato porttao al'ospedale di Spoleto per accertamenti.
Tromba d'aria in mattinata a Rasiglia sulla montanga folignate. Ci sono stati alberi caduti, uno dei quali ha invaso la sede stradale, e le casette in muratura del dopo terremoto del 1997 hanno visto le tegole spostate e danneggiate dal vento. La zona è stata raggiunta da un vasto spiegamento di vigili del fuoco con diversi uomini e mezzi e con loro i carabinieri e la polizia locale. Fortunatamente non si registrano danni alle persone. A raccontare quella bruttissima esperienza è Solindo Serpentini che vive nella casa davanti alla quale è caduto il grosso pino che ha bloccato la strada. «Mai visto nella mia lunga vita – dice - una cosa del genere. Sono stati 10 minuti di puro terrore».

Ultimo aggiornamento: 17:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA