MALTEMPO

Due sorelline morte in campeggio a Marina di Massa, albero travolge la tenda, fratello e genitori illesi

Domenica 30 Agosto 2020
10
Due sorelline morte in campeggio a Marina di Massa, albero travolge la tenda, fratello illeso

Erano in vacanza con la famiglia in Toscana. Una bambina di 3 anni morta, deceduta anche la sorella 14enne ricoverata in terapia intensiva. L'altra sorella 19enne è rimasta invece ferita in modo lieve. Questo il tragico bilancio di una tromba d'aria che questa mattina ha scaraventato un albero su una tenda. Le tre sorelle si trovavano insieme nel campeggio «Verde Mare» in località Marina di Massa, a Massa Carrara in Toscana, insieme ai genitori. Sul posto stanno ancora lavorando i vigili del fuoco. 

Nella tenda dove si trovavano la piccola Jannat Lassiri, 3 anni, e la sorellina Malak Lassiri di 14 che era una giovane promessa di judo (entrambe morte) insieme alla sorella maggiore di 19 anni, ai genitori e anche al fratellino di 9 anni. I genitori e il piccolo sono rimasti illesi. La famiglia di origini marocchine, e più precisamente di Casablanca, da tempo abita a Torino. In un'altra tenda anche uno zio dei bambini. Insieme erano arrivati a Marina di Massa per le vacanze il 18 agosto scorso e sarebbero ripartiti domani.

Turchia-Grecia, Papa Francesco: «Preoccupato per tensioni, ci sia dialogo costruttivo»

 

 


Secondo quanto appreso sul posto, la caduta dell'albero ha riguardato una famiglia marocchina, residente in Italia, nella zona di Torino, venuta a trascorrere alcuni giorni di vacanza in Toscana. I familiari oltre ad aver affittato un bungalow nel campeggio avrebbero poi installato accanto allo stesso anche la tenda per avere altro spazio dove poter trascorrere la notte. È qui che le tre sorelle sono state colpite dall'albero. La bimba più piccola è rimasta gravemente ferita ed è morta nonostante i tentativi di rianimazione, manovre durante le quali il medico ha constatato il decesso. L'altra sorella di 14 anni è morta poco dopo il ricovero. Nel tardo pomeriggio è stata attivata la procedura per l'espianto degli organi.


 

 

I genitori e la terza figlia, la più grande, hanno raggiunto l'ospedale di Massa e vengono assistiti dal personale sanitario. L'incidente è avvenuto verso le 7 nel camping Verde Mare, in via del Cacciatore. I vigili del fuoco proseguono le operazioni per mettere in sicurezza l'area. La pianta caduta sulla tenda è un pioppo alto quattro metri e mezzo.

Campeggio attraversato da una tromba d'aria
«La tromba d'aria c'è stata, mi è passata sulla testa stamattina verso le 7, ha attraversato lo spazio del campeggio Verde Mare, ha colpito fatalmente soltanto quel campeggio, senza creare nessun altro danno agli altri campeggi vicini». Lo afferma Marco Lucetti, presidente di Ageparc Massa Carrara, l'associazione dei campeggi della zona. «Capisco che in questo momento ci sono tanti dubbi cui rispondere, sulla sicurezza delle nostre strutture, sulla condizione della vegetazione che ci circonda, la manutenzione degli alberi, le comunicazioni sull'allerta meteo, ma non è il momento». 

 «C'è stato - ha aggiunto - un temporale di entità eccezionale e una tromba d'aria che si è abbattuta su un campeggio. Tutta l'associazione si stringe attorno alla famiglia, siamo profondamente addolorati per la morte di due bambine».

Le indagini: sentito dai carabinieri il proprietario del campeggio, procura nomina agronomo
I carabinieri di Massa (Massa Carrara) stanno sentendo il titolare del campeggio Verde Mare di Marina di Massa, come persona informata sui fatti, riguardo all'incidente in cui stamani, in condizioni di forte maltempo, un pioppo è caduto su una tenda uccidendo due sorelle di 3 e 14 anni che erano in vacanza con la famiglia. Intanto proseguono i sopralluoghi nel campeggio da parte del personale di polizia giudiziaria. Il titolare della struttura turistica, si apprende ancora, sta fornendo, con la massima collaborazione, tutte le informazioni necessarie in suo possesso ai carabinieri.

È stato sentito dai carabinieri di Massa Carrara impegnati nelle indagini il titolare del Camping «Verde Mare» di via del Cacciarore, a Marina di Massa. Gli inquirenti dovranno cercare di accertare eventuali responsabilità ed è per questo che, nelle prossime ore, la Procura nominerà un consulente tecnico, un agronomo esperto, in grado di verificare le condizioni del pioppo sradicato questa mattina dalla tromba d'aria e finito sopra alla tenda delle due sorelline morte.

I testimoni
«Una tragedia. Una tromba d'aria ha interessato stamattina l'area costiera della provincia. Un albero si è abbattuto su una delle tende in un campeggio, dove eravamo anche noi». Così Valentina, milanese in vacanza nella stessa struttura a Marina di Massa dove si trovavano con la famiglia in vacanza le due sorelline di 3 e 14 anni morte sotto al peso di un pioppo alto 4 metri. 

Pm: «Dobbiamo capire se il crollo era prevedibile»​
«Stiamo cercando di capire se era prevedibile o meno che l'albero, per le condizioni in cui era, potesse cadere in caso di maltempo, visto che sotto c'erano spazi per le tende». Lo dichiara il procuratore di Massa Carrara. Piero Capizzoto, riguardo alla morte delle due sorelle di 3 e 14 anni in vacanza mentre erano nella tenda colpita dal crollo di un pioppo. La procura ha aperto un fascicolo d'inchiesta e sequestrato l'area.

Gli inquirenti dovranno cercare di accertare eventuali responsabilità ed è per questo che, nelle prossime ore, la Procura nominerà un consulente tecnico, un agronomo esperto, in grado di verificare le condizioni del pioppo sradicato questa mattina dalla tromba d'aria e finito sopra alla tenda delle due sorelline morte.
 

Il cordoglio di Conte

«La tragica scomparsa delle due sorelle che erano in vacanza a Marina di Massa ci addolora profondamente. Una vacanza tramutata in tragedia. Un forte, commosso abbraccio ai genitori e ai loro familiari». Lo scrive, in un tweet, il premier Giuseppe Conte. «È inimmaginabile il dolore che ha colpito questa famiglia, una tragedia che fa male al cuore». Così, in una nota, il ministro dell'Ambiente Sergio Costa alla notizia della morte delle due sorelline dovuta alla caduta di un albero, in un campeggio a Marina di Massa. «Sono vicino a tutte le famiglie in difficoltà - aggiunge il ministro in riferimento all'ondata di maltempo - personalmente e con l'intera struttura del ministero dell'Ambiente siamo a disposizione per affiancarci agli enti locali che in questi giorni si troveranno ad affrontare le conseguenze di tali eventi così devastanti». 

Ultimo aggiornamento: 31 Agosto, 06:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA