BARBARA D'URSO

Grande Fratello, Alice De Andrè attacca la trasmissione: «Abusate di mia sorella, mi fate orrore»

Martedì 21 Maggio 2019 di Alessio Esposito
Grande Fratello, Alice De Andrè attacca la trasmissione: «Abusano di mia sorella»

Francesca De Andrè ha scoperto in diretta, nel corso dell'ultima puntata del Grande Fratello, di essere stata tradita e lasciata dal fidanzato Giorgio Tambellini. Un vero e proprio choc per la nipote di Faber, che non è andato a genio alla sorella più piccola Alice. La ragazza, che a differenza di Francesca e Fabrizia non frequenta i salotti televisivi, ha affidato a Instagram il suo sfogo: «Speravo di riuscire a prendere le distanze e non venire coinvolta emotivamente, ma ho sottovalutato la nefandezza e la pericolosità di questo circo degli orrori. Sono seriamente preoccupata, ormai ho la certezza che si tratti di abuso, come in una setta; vengono accuratamente selezionati i più deboli per creare dei personaggi da strumentalizzare per l’odiens del trash».

Grande Fratello, Mila Suarez denuncia Francesca De Andrè: «Sto male. Il bullismo è un reato»

Alice De Andrè ha proseguito: «Persone psicologicamente vulnerabili circuite e indotte a svendere i propri sentimenti, la propria vita e il proprio passato con l’illusione di essere protetti e amati incondizionatamente da chi invece è il loro boia.  Nella casa degli orrori vengono esaltati tutti gli aspetti più crudeli e brutali dell’essere umano. Raramente ho assistito ad una simile violenza; la spettacolarizzazione del dolore, un pubblico che gode nel veder star male i partecipanti, vittime di questo sistema malato! Trovo agghiacciante che tutto questo sia legale».
 


 
La conclusione della giovane figlia di Cristiano De Andrè è amara: «Un vero e proprio scempio, siamo ritornati agli orrori del circo quando si esibivano i fenomeni da baraccone per allietare un pubblico di sadici perversi, dove chi ha problemi e soffre invece di essere compatito viene deriso. Da sorella provo un immenso dolore nel vedere Francesca così sofferente e persa, e nel sapere che si trovi in questo inferno. Le mando tutto il mio amore e spero che quando uscirà capirà chi veramente tiene a lei. Spero con tutto il cuore che vi fermino al più presto, carnefici della verità e dei sentimenti. Mi fate orrore».

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speravo di riuscire a prendere le distanze e non venire coinvolta emotivamente ma ho sottovalutato la nefandezza e la pericolosità di questo circo degli orrori. Sono seriamente preoccupata , ormai ho la certezza che si tratti di abuso, come in una setta; vengono accuratamente selezionati i più deboli per creare dei personaggi da strumentalizzare per l’odiens del trash. Persone psicologicamente vulnerabili circuite e indotte a svendere i propri sentimenti, la propria vita e il proprio passato con l’illusione di essere protetti e amati incondizionatamente da chi invece è il loro boia. Nella casa degli orrori vengono esaltati tutti gli aspetti più crudeli e brutali dell’essere umano. Raramente ho assistito ad una simile violenza; la spettacolarizzazione del dolore, un pubblico che gode nel veder star male i partecipanti, vittime di questo sistema malato! ...trovo agghiacciante che tutto questo sia legale . Un vero e proprio scempio, siamo ritornati agli orrori del circo quando si esibivano i fenomeni da baraccone per allietare un pubblico di sadici perversi, dove chi ha problemi e soffre invece di essere compatito viene deriso. Da sorella provo un immenso dolore nel vedere Francesca così sofferente e persa, e nel sapere che si trovi in questo inferno. Le mando tutto il mio amore e spero che quando uscirà capirà chi veramente tiene a lei. Spero con tutto il cuore che vi fermino al più presto, carnefici della verità e dei sentimenti. Mi fate orrore

Un post condiviso da Alice De Andrè (@alicedeandre) in data:

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tutti in fila per la macchina mangia-plastica (che però è rotta)

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma