Avigan, lite tra Sgarbi e Pregliasco a Non è l'Arena. Il virologo: «Sei un irresponsabile»

Domenica 22 Marzo 2020 di Simone Pierini
5
Avigan, lite tra Sgarbi e Pregliasco a Non è l'Arena. Il virologo: «Sei un irresponsabile»

Un durissimo scontro quello avvenuto questa sera a Non è l'Arena di Massimo Giletti tra il virogolo Fabrizio Pregliasco e Vittorio Sgarbi. Nel corso della trasmissione è stato mostrato un video di un paio di settimane fa quando il critico d'arte insultò con frasi irripetibili diversi virologi, da Burioni allo stesso Pregliasco, invitando le persone a uscire, ad andare a Codogno, minimizzando i pericoli del coronavirus.

L'Agenzia del Farmaco: «L'Avigan contro il Coronavirus? Scarse evidenze scientifiche» 
 


Coronavirus, vanno a benedire le salme: due sacerdoti in quarantena

Nonostante i fatti abbiamo ampiamente smentito Sgarbi, il critico si è difeso attaccando nuovamente usando come tema il farmaco Avigan, ormai sulla bocca di molti dopo il video pubblicato ieri sera dal Giappone che ne lodeva gli effetti miracolosi contro il Covid-19, accusando i medici italiani di averlo nascosto per scopi oscuri.  Dopo numerosi attacchi da parte di Sgarbi, che sosteneva come i virologi lo abbiano sottovalutato accusandoli di «incapacità», il virologo Pregliasco ha reagito prima cercando di rispondere con tematiche scientifiche («Lo conosciamo da tempo e stiamo valutando gli effetti di cui non abbiamo ancora garanzie»), completamente ignorate dal suo antagonista, salvo poi alzare i toni accusandolo di essere «irresponsabile». Dopo momenti di forte tensioni, il passo indietro di Vittorio Sgarbi che ha chiesto scusa al virologo. 
 


Avigan, la posizione Aifa. Non ci sono prove di efficacia del farmaco Avigan contro il Sars-Cov-2, contrariamente a quanto affermato soprattutto da messaggi che circolano insistentemente su Web in questo giorni. Lo precisa l'Agenzia italiana del farmaco in un comunicato facendo riferimento alle notizie circolate sui social e in particolare di un giovane farmacista romano da Tokyo. «In merito alle recenti informazioni circolate in rete e a mezzo stampa relative all'utilizzo della specialità medicinale a base di favipiravir nel trattamento di COVID-19 - si legge - l'Agenzia italiana del Farmaco precisa che il Favipiravir (nome commerciale Avigan) è un antivirale autorizzato in Giappone dal Marzo 2014 per il trattamento di forme di influenza causate da virus influenzali nuovi o riemergenti e il suo utilizzo è limitato ai casi in cui gli altri antivirali sono inefficaci. Il medicinale non è autorizzato né in Europa, né negli Usa».

Ultimo aggiornamento: 24 Marzo, 00:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani