Alberto Matano, paura alla Vita in Diretta: «Inviato e cameraman presi a calci e pugni»

Martedì 26 Maggio 2020 di Emiliana Costa
Alberto Matano, paura alla Vita in Diretta: «Inviato e cameraman presi a calci e pugni»

Alberto Matano, paura alla Vita in Diretta: «Inviato e cameraman presi a calci e pugni». Paura per l'inviato Giuseppe Di Tommaso e per il suo operatore che sono stati aggrediti durante un servizio a Bari. È il giornalista a raccontare l'accaduto in diretta ad Alberto Matano. Ma andiamo con ordine.

​Capimafia scarcerati, torna in carcere il boss di Corleone Pietro Pollichino

Venezia, due turiste in costume da bagno e senza mascherina: multa da 250 euro

Giuseppe Di Tommaso era stato inviato in Puglia per testimoniare i comportamenti degli italiani rispetto alle regole anti-assembramento ancora in vigore per l'emergenza covid. Sul lungomare di Bari, l'inviato ha rimproverato diversi passanti che non stavano rispettando le normative del governo. E se c'è chi si è imbarazzato e ha chiesto scusa, c'è anche chi l'ha presa molto male.

Un uomo avrebbe infatti risposto con violenza alle parole del giornalista. Come racconta Di Tommaso, il passante ha coperto l'obiettivo della telecamera e l'ha abbassata con un gesto violento. Poi avrebbe affermato: «Se mi riprendi ancora butto a mare te e il tizio con la telecamera. Non puoi fare così con le persone». 

Di Tommaso avrebbe replicato che era suo diritto di cronaca registare e raccontare come stessero le cose. Ma la risposta non sarebbe piaciuta all'uomo che ha aggiunto: «Se ti buttano a mare le persone fanno bene». Lo scontro si è concluso con il passante che avrebbe strattonato il giornalista e colpito a calci e pugni il cameraman, finché i due hanno deciso di allontanarsi.

 
 

 
 
 

Ultimo aggiornamento: 27 Maggio, 08:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani