US Open, la schiena e Dimitrov mettono ko Federer. Serena Williams in semifinale

Mercoledì 4 Settembre 2019 di Guido Frasca
Dopo la spalla di Djokovic, ecco la schiena di Federer. Nella notte italiana King Roger si è arreso Grigor Dimitrov: 3-6 6-4 3-6 6-4 6-2 per il bulgaro. Nessuno lo aveva pronosticato o previsto, ma il 38enne campione svizzero, che giocava il 56esimo quarto di finale Slam, il 13esimo agli US Open, si è fermato proprio davanti a colui che fino a qualche anno fa veniva definito "baby Federer" per il suo tennis simile a quello del Fenomeno. Simile per l'appunto, ma King Roger è tutta un'altra cosa. Certo perché il 28enne nato a Haskovo è precipitato al numero 78 del ranking dopo i fasti del trionfo alle ATP Finals di Londra che lo avevano proiettato sino al numero tre mondiale. E invece Grisha ha fatto quello che non era mai riuscito a fare nei precedenti sette incroci: battere Federer. E lo ha fatto nel momento più difficile della sua carriera, se si pensa che pochi mesi fa ad Atlanta aveva perso con un avversario fuori dai primi 400 Atp.

Per Federer alla fine del match si contano 63 errori gratuiti, ben 33 di diritto. Decisamente troppi. "Ho avuto bisogno di un trattamento alla schiena - ha spiegato - per provare a vedere se riuscivo a scioglierla. Ma questo è il momento di Grigor, non parliamo di me. Ho avuto un brutto inizio nel quarto e nel quinto set. Già oggi pomeriggio avvertivo fastidio, ma ho giocato, va bene così. Grigor è stato bravo ed è riuscito a battermi".

Per Dimitrov è la terza semifinale Slam in carriera, la prima agli US Open. Le altre le aveva giocate nel 2014 a Wimbledon e nel 2017 agli Australian Open. Venerdì affronterà il russo Daniil Medvedev, testa di serie numero 5.

Nel torneo femminile tutto facile per Serena Williams, ottava testa di serie, che ha concesso solo un game alla cinese Qjang Wang, 18esima testa di serie. Prossima avversaria in semifinale l'ucraina Elina Svitolina, testa di serie numero 5. La 38enne campionessa americana è l'unica ancora in tabellone ad aver già vinto almeno un major. Dei suoi 100 match vinti agli US Open, 84 le ha ottenute in due set. In questi 100 incontri, ha rifilato ventidue 6-0 e due "doppi bagel", contro Andrea Hlavackova negli ottavi del 2012 e Carla Suarez Navarro negli ottavi del 2013.

Oggi si giocano gli altri quarti: Berrettini-Monfils e Nadal-Schwartzman nel maschile, Bencic-Vekic, Andreescu-Mertens nel femminile.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Livercool vs A.C. Tua, quando il Fantacalcio imbarazza il nonno

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma