Australian Open, causa fumo rimandate le qualificazioni

Mercoledì 15 Gennaio 2020
A causa del fumo persistente, gli Australian Open restano in sospeso: sono stati rimandati i turni di qualificazioni del primo Slam della stagione. «Il gioco è stato sospeso fino alle 11 (ora locale) questa mattina a causa di problemi di qualità dell'aria e il gioco non inizierà prima delle 13:00», ha dichiarato l'organizzazione del torneo. «Le condizioni al Melbourne Park vengono costantemente monitorate e ulteriori decisioni verranno prese utilizzando i dati in loco e in stretta consultazione con il nostro team medico, il Bureau of Meteorology e gli scienziati della Environmental Protection Authority Victoria». La decisione di sospendere i match, getta comunque nel caos il programma del Grande Slam. «I dati e le misurazioni in loco questa mattina presto sono stati simili a ieri, quando gli allenamenti e le partite sono state sospese e ritardate». Sebbene le gare alla fine martedì siano riprese dopo che le letture della qualità dell'aria hanno iniziato a migliorare, alcuni giocatori hanno avvertito condizioni di soffocamento. Durante una delle partite la slovena Dalila Jakupovic è stata costretta a ritirarsi. «Avevo davvero paura di crollare. Ecco perché sono andata a terra, non potevo più camminare», ha detto ai giornalisti dopo la partita. «Non ho l'asma e non ho mai avuto problemi di respirazione. In realtà mi piace il caldo», ha aggiunto la tennista. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma