Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Serie A ecco le date: via il 19 settembre, fine il 23 maggio. La finale di Coppa Italia il 19 maggio

Serie A ecco le date: via il 19 settembre, fine il 23 maggio. La finale di Coppa Italia il 19 maggio
di Emiliano Bernardini
3 Minuti di Lettura
Martedì 4 Agosto 2020, 06:55
La serie A 2020-21 inizierà ufficialmente il week end del 19-20 settembre. Praticamente tra poco più di un mese e mezzo si torna a giocare. Trenta giorni esatti, invece, per l’ultima promossa dalla B che si giocherà la finale il 20 agosto. La decisione è arrivata all’unanimità nel Consiglio di Lega di ieri sera. «La scelta conferma la preferenza già espressa nel pomeriggio dalla maggioranza delle Società in una riunione dedicata a questo tema» si legge nel comunicato diffuso da via Rosellini. Alla fine si è trovato un compromesso tra chi voleva partire il 12 settembre e chi spingeva per il 26. Scongiurato anche il cambio di format “minacciato” nei giorni scorsi dal presidente della Figc, Gravina. Playoff e playout bocciati dai presidenti. Meglio sacrificarsi che rivoluzionare il “palinsesto”. Magari sarebbe piaciuto alle tv. Il Consiglio Federale di questa mattina, dunque, approverà le date. Sarà un tour de force fino al 23 maggio, probabile data di chiusura. 

VACANZE DI NATALE RIDOTTE
Poi spazio alla Nazionale e all’Europeo: 11 giugno-11 luglio. A proposito di Italia c’è una grana da risolvere: il Ct Mancini vorrebbe anticipare il ritiro Azzurro in vista della gara del 4 settembre al 27 agosto anziché il 31. Giorni in meno di vacanza per i calciatori. Già a Natale le ferie saranno ridotte: in campo il 23 dicembre e si torna a giocare il 3 gennaio. Cinque i turni infrasettimanali. Escluso il 6 gennaio che è mercoledì ma rientra nei festivi. Dunque in mezzo alla settimana si giocherà due volte a dicembre, una a febbraio, una ad aprile e una a maggio. A queste vanno aggiunte le soste per le Nazionali: 5-13 ottobre, 9-17 novembre e 22-30 marzo. Il 20 e 22 ottobre inizierà la fase a gironi di Champions ed Europa League, ma già il 17 settembre il Milan sarà impegnato nel secondo turno di qualificazione di Europa League. Già definite le finali: la Champions si giocherà il 29 maggio ad Instabul, l’Europa League il 26 maggio a Danzica. Con ogni probabilità l’ultimo atto della Coppa Italia si disputerà il 19 maggio a Roma. 

NODI DA SCIOGLIERE
Ma sulla prossima stagione sono tante le incognite. A cominciare dal ritorno dei tifosi. La Lega ha stilato un dossier in cui si prevede la presenza, secondo capienza, del 40% dei tifosi. Il Ministro Spadafora frena. Nessuna risposta dal Cts sul protocollo. Se la serie A fa fatica a sostenere impegni e spese le serie minori non riusciranno proprio a ripartire. E i dilettanti rischiano il tracollo. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA