Roma, rivoluzione nel settore giovanile: arriva Vergine. Ecco il nuovo organigramma

Vincenzo Vergine
di Gianluca Lengua
3 Minuti di Lettura

La Roma ha ufficializzato che a partire dal 1° luglio Vincenzo Vergine sarà il nuovo responsabile del settore giovanile, un manager richiesto a livello europeo (in passato hanno pensato a lui Milan e Real Madrid). È stato responsabile dell’area atletica della prima squadra e di tutte le squadre giovanili del Lecce dal 1998 al 2006 e dalla stagione 2006-07 ha iniziato la sua esperienza professionale alla Fiorentina, prima come supervisore e poi come responsabile del settore giovanile fino alla fine del 2019: «Sono orgoglioso di poter lavorare in un Club con una tradizione importante nella storia del calcio giovanile italiano, che crede così profondamente nella crescita dei suoi ragazzi. La volontà di eccellere e la serietà della proprietà e del management, che ringrazio per l’opportunità che mi hanno dato, rendono questa sfida ancora più entusiasmante», ha dichiarato al sito del club. Un nuovo tassello che andrà a completare la ristrutturazione del mosaico del settore giovanile, cominciata con l’insediamento di Tiago Pinto a Trigoria: «La crescita del settore giovanile è uno dei principali obiettivi della riorganizzazione dell’area sportiva del Club: per guidarlo abbiamo scelto un profilo che ha una grande esperienza e una straordinaria conoscenza di tutto il calcio giovanile italiano. Vincenzo rappresenta perfettamente la visione ambiziosa della società rispetto al percorso di crescita dentro e fuori dal campo dei nostri ragazzi: una visione che ritiene indispensabile ricreare una forte identità romana e romanista nel vivaio», ha detto il portoghese.

Il nuovo settore giovanile della Roma

L’obiettivo del general manager sarà quello di concentrare gli investimenti sui ragazzi Under 16 e offrire a loro un percorso di formazione che li renda dei calciatori professionisti. Stop, per quanto possibile, a ingenti investimenti su giocatori di 18 o 20 anni che potrebbero rappresentare un rischio economico per la società. A coordinare il settore dagli Under 16 agli Under 11 sarà Bruno Conti a cui è stato ritagliato un ruolo centrale e cruciale nell’organigramma, ossia quello di scovare i campioni del futuro. Per farlo dovrà principalmente lavorare sul territorio per mantenere intatta la tradizione del settore giovanile di Trigoria con l’obiettivo di costruire un’identità romana e romanista il più forte possibile. Gli Under 17 e gli Under 18, invece, saranno coordinati da Simone Lo Schiavo, classe ’85, ex ds della Vibonese e capo scout giallorosso. Nuove mansioni anche per Morgan de Sanctis: sarà il vice di Tiago Pinto e curerà tutti i contratti dei ragazzi che si stanno affacciando alla prima squadra (Zalewski, Bove, ecc), oltre a curarne la transizione dalla Primavera. Inoltre, si occuperà del mercato dei calciatori che non rientreranno nel progetto Roma a cui dovrà trovare una sistemazione (Under, Nzonzi, ecc), imposterà le partnership con squadra straniere per la ricerca di nuovi giocatori e sarà il punto di riferimento di Betti Bavagnoli che recentemente ha lasciato la panchina della Roma Femminile per diventare Head of Women’s Football del Club fino al 2024.

Mercoledì 9 Giugno 2021, 16:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA