Roma-Napoli, le pagelle: bocciato Abraham, Osimhen fenomenale

Roma-Napoli, le pagelle: bocciato Abraham, Osimhen fenomenale
di Alessandro Angeloni
4 Minuti di Lettura
Domenica 23 Ottobre 2022, 23:13 - Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre, 15:57

ROMA 

RUI PATRICIO 5,5 Due paratine facili facili nel primo tempo, poi apre la ripresa con un intervento molto più serio su Lozano. Osimhen lo brucia con un gran gol, ma la palla gli passa sopra la mano. Fulminato.

MANCINI 5,5 Fa da scudo a Karsdorp, indaffarato su Kvaratskhelia. Incerto nell’azione del “quasi rigore” per il Napoli. Ma alla fine tiene botta, avendo una squadra vicino a sé.

SMALLING Il corpo a corpo con Osimhen è spettacolare, l’ammonizione dopo venti minuti una conseguenza ovvia. Stoppa in scivolata un tiro di Kvaratskhelia dall’interno dell’area. Non riesce a fermare la furia di Osimhen, che lo brucia a dieci dalla fine. Errore decisivo in una prestazione seria.

IBANEZ Roccioso, reattivo, Lozano è un cliente scomodo, che sgomita, sgomma, scatta. Gli concede poco, in area non lo fa praticamente entrare. Commette un errore e per poco Osimhen non lo condanna.

KARSDORP Due sprint in avanti, si permette questo e poco altro. La sua è più una partita difensiva, intensa. Pochi slanci, molta sostanza. Del resto davanti aveva - rendimento alla mano - il miglior giocatore della serie A e lo limita. Nel finale una follia su Irrati, che per sbaglio gli pesta i piedi e lui reagisce mettendogli le mani addosso.

CAMARA 6,5 Parte subito in tromba con un paio di break. Tiene palla, marca, scherma la difesa. Un’altra prestazione convincente. si sta ritagliando, pian piano, un ruolo da protagonista in questa Roma mourinhana.

CRISTANTE Si ritrova spesso addosso Zielinski, è costretto a lanciare lungo, e a volte sembra più il liberarsi da un pericolo. Intento a fare gioco e a coprire i buchi e gli inserimenti dalla trequarti del Napoli. Concentrato, alla fine distrutto.

SPINAZZOLA 5 Difficilmente riesce a lasciarsi alle spalle Di Lorenzo. Ne escono cross un po’ strozzati e qualche angolo guadagnato. Non ha ancora quel vecchio slancio da gazzella, che lo ha portato ad essere uno degli esterni più bravi in circolazione. In ritardo.

PELLEGRINI 6 Ciao a colpi di tacco, giocate di fino, imbucate, cambi di gioco: la sua è una partita di sofferenza, in marcatura sulla mente del Napoli, Lobotka. Si fa male, cade e si rialza. Capitano di sostanza, senza squilli. Peccato. 

ZANIOLO Progressioni vecchia maniera, un tiro nel primo tempo che non è un granché. Tiene impegnato l’asse sinistro del Napoli con qualche fiammata. Mai decisiva, però. 

ABRAHAM 4,5 Nel primo tempo ha una palla golosa, ma la calcia con poca convinzione, allargando troppo il “piattone”. Anche lui impegnato in corse e rincorse. Non facile essere pungenti quando arrivano pochi palloni giocabili.

BELOTTIFa, prima di subito, la fine di Abraham.

VIÑA NG Dà fiato a Spinazzola

EL SHAAARWY NGNon trova lo spunto.

MATIC NG Serve la verticalizzazione, non il giro palla. 

SHOMURODOV NG L’attaccante della disperazione.

MOURINHO Imposta, quasi costretto dalle assenze, una partita molto difensiva, senza dover evocare il pullman di Barcellona. Missione non riuscita. 

NAPOLI 

MERET Nel primo tempo non sporca nemmeno i guanti. Nella ripresa, idem.

DI LORENZO Aspetta Spinazzola, assiste poco Lozano. Non concede e non offre, si limita al compitino. E basta quello.

KIM 6,5 Qualche buona chiusura, specie per tappare qualche falla di Jesus. Fa sparire prima Abraham e poi Belotti. Senza troppa fatica.

JESUS 5,5 Zaniolo lo tiene in apprensione, qualche errore lo commette, anche davanti a Rui Patricio. Impreciso.

OLIVERA Anche lui tampona Zaniolo, poche occasioni per spingersi all’avventura. 

NDOMBELE 5,5 Ruba palloni, li gestisce con discutibile qualità e quasi si procura un rigore. Giallo per un fallo maldestro su Cristante.

LOBOTKA 6,5 Fa girare la squadra, esce spesso dal traffico con classe e forza, pur non essendo un gigante. Velocità di pensiero.

LOZANO 6,5 Ibanez lo limita, qualche buon cross dentro lo mette e un tiro pericoloso.

ZIELINSKI 6,5 Si ritrova Cristante sulle sue tracce, e viceversa. Un tiro in porta nel primo tempo, non eccezionale. Di classe.

KVARATSKHELIA 6Si lascia marcare, da uno, due tre avversari e a volte rotola un po’ troppo. Poi si accende e sono guai. Limitato, non all’altezza delle precedenti partite.

OSIMHEN 7,5 Una palla gol, un capolavoro. Decisivo, fenomenale.

ELMAS Ha subito l’occasione per fare male alla Roma.

SPALLETTI Non una prestazione squillante come le precedenti, il suo Napoli tiene in mano il gioco e la Roma glielo concede. Ha saputo aspettare, senza accontentarsi del pari. La vince ai punti e grazie a una giocata splendente di Osimhen.

IRRATI 5 Concede un rigore al Napoli (fallo di Rui Patricio su Ndombele) con molta leggerezza, poi rivedendolo si accorge che il portiere è intervenuto sulla palla. Fiscale nella gestione dei cartellini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA