Liverpool-Roma 5-2: giallorossi a lezione di inglese, Dzeko e Perotti tengono vivo il sogno

Martedì 24 Aprile 2018 di Ugo Trani
60

dal nostro inviato
LIVERPOOL Salah ritrova la Roma e si fa riconoscere. Fa 2 gol nel primo tempo, proprio sotto lo sguardo dei tifosi giallorossi. Ai quali dà le spalle, nell'esultanza che non c'è. L'ex quasi si scusa, anche perché nella ripresa si dedicherà ai compagni del tridente straordinario di Klopp, già di 89 gol stagionali. Un assist per Manè, uno per Firmino. Il Liverpool è dei Fab 3, Firmino segna anche di testa, doppietta pure per lui e per il momentaneo 5 a 0. Non finisce cosi, ma 5 a 2 per i Reds. Gol nel finale di Dzeko, il 21° di quest'annata (7° in Champions), e rigore trasformato da Perotti. All'Olimpico, dopo la maita di Anfield, serve un altro 3 a 0, come contro il Barcellona. Per prendersi, dopo il finale di questo match, anche la finale di Kiev.

FRAGILITA' IMPROVVISA
Il 3-4-2-1, presto trasformato nel 3-4-1-2, non è efficace come contro il Barça. E, dopo l'inizio gestito bene, si sgretola a metà tempo. Fragilissimo quando si abbassa, soprattutto dove sta Jesus e dove scompare Kolarov che ha preso subito la traversa con il solito sinistro potente e preciso. De Rossi non aiuta nel pressing, Under non tiene mail pallone. La profondità e la velocità fanno felice Klopp e ancora di più il trio dal gol facile. Manè fa il vuoto, Salah la differenza.
 

MODIFICA IN CORSA
Anche con Schick per Under, dopo l'intervallo, la Roma resta timida e insicura. Il 5 a 0 è pesante, ma i le reti sono meritate da chi le segna e da chi le incassa. Il miglior attacco della Champions, già 38 gol, non si placa. Sul 4 a 0, con Gonalos per De Rossi e Perotti per Jesus, Di Francesco passa al 4-3-3. Che va meglio. Dopo il bis di firmino, le reti di Dzeko e Perotti. E nel recupero anche qualche altra chance. Il Liverpool vola imbattuto verso Kiev. I giallorossi proveranno a mettersi di mezzo mercoledì prossimo all'Olimpico. Come hanno fatto il 10 aprile contro il Barça.
 

 

LEGGI LA CRONACA
 

Ultimo aggiornamento: 25 Aprile, 08:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA