Milinkovic, si muovono club e grandi manager

Milinkovic, si muovono club e grandi manager
di Daniele Magliocchetti
2 Minuti di Lettura

Il Psg si muove su Milinkovic-Savic. Ma è una bufala di fine estate. Poche righe, anche se ben dettagliate, dalla Francia hanno gettato nel panico la tifoseria biancoceleste che nel pomeriggio di ieri ha inondato i social per manifestare preoccupazione e ansie di ogni genere. Tutto però è rientrato nel giro di poche ore, grazie anche a diverse smentite e al fatto che la Lazio non si priverebbe mai del proprio gioiello a mercato chiuso. Più volte Lotito e i dirigenti laziali l’hanno ribadito e garantito. Che poi il profilo del calciatore serbo interessi alla società del potente imprenditore qatariota Al-Khelaifi è un dato di fatto, come del resto non è un mistero che il giocatore piaccia pure alla Juve, al Milan e allo United e ad altre grandi società europee, ma tutti i discorsi sono ormai rimandati alla prossima estate. 

FANDONIE
«Sono tutte fandonie, bugie messe in giro non so per quale motivo, ma ormai ci siamo abituati. Sergej è concentrato sulla Lazio, è carico per la stagione appena cominciata», le parole del suo unico e vero procuratore Mateja Kezman. Di sicuro attorno al centrocampista non solo c’è interesse di società, ma grande bagarre per accaparrarsi un’intermediazione e perfino la procura. Milinkovic fa gola a tanti e questi rumors che escono di continuo ne sono la dimostrazione. Si narra di grandi manager, come Mendes o Raiola, tanto per citarne alcuni, che da tempo pare stiano corteggiando il giocatore, ma fino ad ora con scarsissimi risultati. Il rapporto che lega Milinkovic-Savic al suo agente è piuttosto saldo, tanto che i due, presto parleranno con Lotito di rinnovo. Destino che toccherà prima a Immobile ed entro Natale anche a Luis Alberto. 

Mercoledì 29 Agosto 2018, 09:30 - Ultimo aggiornamento: 13:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA