Gavillucci, dall'Italia all'Inghilterra
per continuare ad essere arbitro

Giovedì 5 Marzo 2020 di Roberto Avantaggiato

Non solo calciatori, ma anche gli arbitri posso ripartire da un altro campionato, da un'altra nazione. E' quello che accade a Claudio Gavillucci, la'rbitro di Latina che ha combattuto (e operso) una guerra contro l'Aia per la sua esclusione dai ranghi della Can A. l direttore di gara, dopo aver arbitrato anche nei campionati giovanili di Latina (per non essere messo completamente a riposo) ha preso l'aereo ad è andato in Inghilterra. Sì, nella patria del calcio, che lo ha accolto a braccia aperte. 
Gavillucci non dirige in Premier, ma è ripartito dai campionati minori, quella della terza lega inglese, corrispondente alla nostra serie C. Nei giorni scorsi ha diretto la gara più importante del campionato, quella tra l'FC United of Manchester, che viene dopo lo United e il City, e lo Sheffield FC, storica squadra che ha gicoato anche in Premier e che vanta di essere la squadra piu antica di tutto il Regno Unito.
Gavillucci, al quale è stata ritirata la tessera dell'Aia, ha già diretto nel Cra del Cheshire (località limitrofa a Liverpool) la gara Chester FC-Tranmere Rovers, valida per i quarti di finale di Cheshire Senior Cup, una partita locale davanti a poco meno di 500 spettatori incuriositi.
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA